Crea sito

“ Nulla die sine linea”

(Felice Previte) Non passa giorno senza un avvenimento che raggela la nostra vita ! La locuzione latina citata che ci permettiamo di aggiungere per capire le n/s vicissitudini giornaliere, significa che non passa giorno che fatti od episodi riconducibili alla vita quotidiana assai complessa, perplessa, diffusa, lasciano attonita e smarrita l’opinione pubblica e le famiglie, tutti alla ricerca affannosa di una soluzione di questa nostra strana ed inconcepibile vita . Le tragedie che colpiscono le famiglie e la società, gli stupri ricorrenti, gli “assalti impietosi” alle donne le cui dinamiche scaturiscono secondo il nostro modesto parere dalla follia di mente psichicamente instabili, stanno a dimostrare e testimoniare l’urgenza di un problema di vaste proporzioni che non deve sfuggire alle regole della ragione, perché in Italia sono carenti le strutture adeguate ed atte alla cura di questi “malati”, condensate nel testo originale delle n/s Petizione inoltrata al Parlamento Italiano ed Europeo .

Le famiglie coinvolte in questo disagio sociale non sono in grado di riunirsi in chiassose rimostranze, come oggi è di moda, perché la loro dignità, il loro muto dolore, il disagio in cui vivono consente soltanto di mettere tutta la loro residua forza affinché non si spenga quel briciolo di speranza che ancora rimane . Non possiamo non dimenticare il progressivo dissolversi dei valori morali che oltreché distruggere le famiglie ed i singoli, amareggia ed angoscia la società sviluppando la cultura egoistica del “non vedere, del non sentire, del non parlare” . Va aumentando ed è imperante il permissivismo smodato che dilaga e mortifica la dimensione etica della vita e nelle nostre modeste possibilità abbiamo l’orgoglio nell’aver presentate Petizioni per la Riforma dell’Assistenza Psichiatrica, una sintesi ristretta delle reali necessità degli ammalati delle loro famiglie e per la sicurezza di tutti i cittadini . Confidiamo che la alta parola della Politica, col P Maiuscolo come dice Papa Francesco, la forza della ragione, la virulenza di questo grave disagio sociale pervenga ai Legislatori ed ai Governanti, ormai ritenuti insensibili alla “tematica”, ove possibile anche attraverso i vari Organismi della Chiesa Cattolica, quale condivisione di questo grave “problema” da parte della Comunità Ecclesiale-Cristiana e non ..Ci benedica il Signore e con le sagge parole del Santo Giovanni Paolo II° : “Andiamo avanti con speranza !” .