Crea sito

AVERSA. Concerto della cantante greca Marina Mulopulos all’auditorium D’Aponte

(Caserta24ore) AVERSA Lunedi 4 febbraio, alle ore 20.30, all’Auditorium Bianca d’Aponte, Via Nobel, Aversa, concerto della cantante greca Marina Mulopulos per il secondo Memorial “Virginia Musto – Una Serata per la vita”. L’evento, organizzato dall’Associazione Virginia Vita, in occasione del secondo anniversario della scomparsa della giovanissima ragazza per un tragico incidente stradale in cui la sfortunata Virginia fu l’unica a perdere la vita, a soli vent’anni, è legata ad un momento di beneficenza a favore della Caritas Diocesana aversana cui andranno i fondi ricavati nel corso della serata. Dunque, con Virginia, protagonista della serata sarà la talentuosa cantante italo greca, Premio Bianca d’Aponte Internazionale 2018, che da molti anni lavora in modo sperimentale sulla voce come strumento, mostrando la sua poliedricità. Marina ha all’attivo svariate collaborazioni (Almamegretta, Acustilak) con le quali ha realizzato dischi e concerti in Italia e all’estero. Scenografa, attrice, esperta pedagogica in Belle Arti, è dotata di un talento raro nella voce che riesce a padroneggiare in maniera esemplare. Canta e scrive sia in greco che italiano e con grande energia fonde in totale unità la forza della sua terra d’origine, la Grecia, e il suo vissuto in Italia e tutto il blues del mondo che ha ascoltato. Proporrà dal vivo i brani contenuti nel suo primo lavoro discografico da solista “Distichós” viaggio che parte dalla Grecia e percorre i tragitti millenari delle sponde mediterranee. In canzoni come “Maghissa” – “Iati”, Marina ci consegna una voce sussurrata ed intensa, calda come un velluto ma capace di infinite scale, infatti in “Elpiso” emerge la grande potenza vocale di una voce che sa essere roca e graffiante, che riesce insieme ai suoi musicisti a tratteggiare con la precisione di un pennello paesaggi mediterranei, a rievocare mondi antichi, sa graffiare, cullare dolcemente, raccontare. Ad accompagnarla saranno talentuosi musicisti, nostri conterranei, e, segnatamente, Paolo Del Vecchio chitarra, bouzuki, Luca Urciuolo pianoforte -fisarmonica, Ivan Lacagnina percussioni e il nostro concittadino Sasà Pelosi al basso