Crea sito

Itinerari di viaggio. Sulle piccole isole delle Canarie più turisti che in tutta l’Italia Meridionale

spiaggialanzaroteItinerari di Viaggio. Lanzarote, isola più vicina all’Africa dell’arcipelago delle Canarie, di Gianluca Parisi
Vivi in una qualsiasi città dell’isola e ti dimentichi di sensazioni come il caldo, il freddo: non si suda mai, la temperatura è l’ideale tutto l’anno; puoi fare il bagno al mare nel mese di gennaio.
Gli inconvenienti sono la temperatura dell’acqua più fredda, rispetto al nostro mar Mediterraneo, ma capita anche il mese di agosto, ed il vento che soffia sempre, a volte quando è più intenso, può essere fastidioso.
Sole le isole Canarie hanno più turisti che tutte le località delle coste italiane messe insieme. Ciò è dovuto non è soltanto al clima favorevole, ma anche alle politiche del turismo spagnole che hanno fatto delle isole di tutto l’arcipelago un porto felice per le compagnie aeree. Tranne che le isole più piccole, ognuna ha il suo aeroporto, Tenerife, la più grande, ne ha due.

Ma veniamo a Lanzarote. Si trova a nord dell’isola di Fuerteventura con la quale un tempo era attaccata. Dal porto di Playa Blanca ci vogliono soli 20 minuti di traghetto per raggiungere Corralejo, rinomata città turistica di Fuerteventura.
Le città principali, come tutte le isole, si trovano nella costa che guarda l’Africa. E’ il caso del capoluogo Arrecife una ‘cittadona’ di circa 50.000 abitanti. Dall’aeroporto si raggiunge la città con il bus numero 22 (biglietto in vettura al costo di 1,35 euro).
Puerto del Carmen, località balneare, si trova a pochi km a sud dell’aeroporto. Ci si può andare a piedi, ma se ci si sposta in bus conviene andare prima ad Arrecife a nord e poi prendere il bus per Puerto.
Da Arrecife ci sono i bus che vanno nelle maggiori città turistiche dell’isola: a Playa Blanca, una sorta di Serapo italiana (la spiaggia di Gaeta ndr) tutto l’anno, a Costa Teguise a 10 km da Arrecife e alla già citata Puerto del Carmine. Le altre città dell’isola sono: Yaiza, la città più vicina al parco nazionale di Timanfaya, quest’ultimo è una sorta di agglomerato di vulcani spenti come in Campania (Roccamonfina, Campi Flegrei, Ischia ndr), ma con il Timanfaya attivo come il Vesuvio.
Da segnalare anche le città Tias e San Bartolomè.
Da visitare oltre alle località balneari, il museo dei pirati a Teguise e un po’ tutta la città di Arrecife.
Fino a qualche secolo fa, come accade oggi nel Golfo Persico, erano numerose le azioni di pirateria. Le Canarie si trovano sulla rotta per le Americhe, gli Alisei alimentano la corrente delle Canarie che spingeva i velieri fino nel nuovo continente. Poteva capitare che queste navi di pirati si schiantassero sugli scogli delle isole. Del materiale raccolto nel museo proviene dalle razzie all’incontrario degli abitanti del luogo i Canari alle navi naufragate.