Crea sito

Brusciano. Presentato il progetto “Il Reliquiario del Santo” del Giglio Gioventù

(Antonio Castaldo)BRUSCIANO (Na) Nel giorno della Vigilia di Natale, presso il Circolo Sociale della Gioventù, Associazione Cullatori Macchine a Spalla, in Via Semmola a Brusciano, è stata svolta la cerimonia di presentazione del Progetto del Giglio della Gioventù che parteciperà alla Festa dei Gigli del 2018.
Ospite d’onore è stato il Sindaco di Brusciano, Avvocato Giosy Romano, che si è ritrovato a festeggiare con i promotori dell’iniziativa, il nuovo Presidente, Giuseppe Ludo e Famiglia; il Padrino, Vincenzo Mocerino; il Capoparanza storico. Angelo Mocerino, O’ Piscatore; il Consigliere Comunale, Antonio Di Palma, socio fondatore del Giglio Gioventù. Ad attendere tutti intorno vi erano soci e simpatizzanti che hanno assistito allo scoprimento, da parte del Sindaco Romano, della tavola recante il progetto del rivestimento dell’obelisco intitolato “Il Reliquiario del Santo”, il cui autore è Rocco Micalessi. Subito dopo c’è stato lo scambio di Auguri di Buon Natale e l’esibizione musicale e canora della “Forino Band” e dei cantanti, Alberto Di Maiolo, Paolino Di Somma e Rosario Caccavale. Nella seconda parte della cerimonia, il sociologo Antonio Castaldo è stato invitato da Antonio Di Palma ad illustrare genesi e contenuto del progetto che avrà la straordinaria investitura del messaggio, inviato dalla Pontificia Basilica del Santo in Padova, autografato dal suo autore, il Rettore Padre Oliviero Svanera, dal titolo “O Lingua Benedetta”. La gratificazione per tale privilegio e la gratitudine di oggi per l’Associazione del Giglio della Gioventù, saranno condivise ad agosto con l’intera Comunità di Brusciano, e le migliaia di visitatori, durante la Festa dei Gigli in onore di Sant’Antonio di Padova, quando il sommo messaggio verrà affisso sullo stesso obelisco diventando patrimonio di tutti i fedeli che ne scopriranno il contenuto che risponde, agli uomini e alle donne del Terzo Millennio, a questo interrogativo: “Che cosa dice a noi questo miracolo della lingua incorrotta del Santo?”. Era l’anno 1263 della Traslazione del Santo quando, come ci racconta Padre Svanera, «il venerabile uomo, frate Bonaventura -a quel tempo ministro generale dell’Ordine, più tardi cardinale e vescovo di Albano-, che presenziava a questa gioiosa traslazione, prese con riverenza tra le mani la lingua e con il viso rigato di copiose lacrime, le rivolse alla presenza della moltitudine queste devotissime parole: “O lingua benedetta, che sempre benedicesti il Signore e lo facesti benedire dagli altri, ora appare chiaramente quanto grande sia stato il tuo merito davanti a Dio!». Questo è quanto ottenuto in risposta alla richiesta, promossa dal Consigliere Comunale, Antonio Di Palma, e messa in atto dal vertice dell’Associazione Gioventù di Brusciano, al Padre Rettore ed ai Fratelli della Famiglia Francescana presso la Basilica del Santo. La Festa dei Gigli di Brusciano, in onore di Sant’Antonio di Padova, 143esima edizione, verrà svolta dal 22 al 28 agosto con la Ballata dei Gigli nel domenica del 26 agosto 2018.