Crea sito

La Golden Tulip ha retto solo un parziale. Il primo

(Salvatore Candalino) CASERTA Dura un solo set la partita della Golden Tulip. Per il resto quella vista al Centro Pavesi di Milano è stata senza dubbio la recita meno riuscita delle ragazze di coach Nesic. Va detto che al di la della rete la VolAlto si è ritrovata una squadra che, a dispetto della giovane età, ha potenzialità enormi ed è forse tra le migliori selezioni mai messe in piedi dalla Federazione. La Golden Tulip ha retto solo un parziale. Il primo. Stavolta l’approccio è stato giusto con le campane giocare alla pari con le rivali. Poi, perso il set grazie ad un bel punto della Pietrini, la Golden Tulip si è spenta patendo in ogni zona del campo. Le azzurrine, invece, hanno mantenuto costante il loro rendimento di gioco confermando in pieno il proprio valore. Così, in poco meno di un ora e mezza, la squadra di Bellano conquista la sua quarta vittoria stagionale assestandosi nelle zone nobili della classifica. Per Caserta un ko amaro, ma, per fortuna, mercoledì si ritorna subito in campo. Le Dragonesse attendono Mondovì. Assolutamente vietato sbagliare. La cronaca. Formazioni confermate per entrambe le squadre rispetto alle previsioni della vigilia. Nel Club Italia partono titolari sia Pietrini, sia Enweonwu, malgrado un fastidio al ginocchio accusato da quest’ultima durante il riscaldamento; Caserta presenta al centro le due ex Mabilo e Torchia. Sulle tribune anche le ragazze della rappresentativa Under 15 della città giapponese di Sendai, che hanno trascorso l’ultima settimana al Centro Pavesi nell’ambito di uno scambio culturale con la Federazione. Prima della gara viene osservato un minuto di silenzio per ricordare lo storico dirigente federale Ivan Ciattini, recentemente scomparso. Il Club Italia parte alla grande con Enweonwu e Morello (4-1), ma i troppi errori in battuta tengono in gioco Caserta, che si riavvicina sul 9-8 con Moretti. L’altalena continua con il break azzurro sul servizio di Lubian (13-8) e la risposta della Golden Tulip per il 13-12; un errore di Pietrini permette alle ospiti di pareggiare sul 16-16 e Bellano chiama time out. Il Club Italia prova a rimettere la testa avanti con Lubian sul 19-17 e con Enweonwu (22-20), ma viene sempre raggiunto; sul 22-22 ci pensano Fahr ed Enweonwu (ace) a procurarsi due set point. Denysova annulla il primo, sul secondo il diagonale di Pietrini è vincente per il 25-23.

Anche nel secondo set scattano meglio le azzurre, subito avanti 3-0 con un ace di Pietrini. Stavolta però la superiorità delle padrone di casa è netta (7-3) e legittimata da un altro servizio vincente di Enweonwu per il 10-4. Caserta inserisce in regia Manig, che accorcia le distanze con l’ace del 12-8, ma il Club Italia vola con Pietrini (16-9) e allunga addirittura fino al 21-11 con i muri di Fahr e Morello e l’attacco di Nwakalor. Il finale è in discesa: Pietrini firma il 24-14 e Nwakalor chiude al primo tentativo portando le padrone di casa sul 2-0.
La Golden Tulip non riesce a reagire e accumula errori in avvio di terzo set, consentendo al Club Italia di volare prima sul 4-1 con Fahr, poi sul 9-2 con Nwakalor in evidenza. Gli ingressi di Silotto e Tajè non cambiano la situazione, anzi sono Morello e Pietrini ad allungare fino al 14-4, e un’ottima Fahr piazza due muri consecutivi per il 18-7. Nel finale la Volalto prova a riguadagnare terreno, ma ancora Nwakalor si scatena in attacco e a muro per il 22-11, prima dell’errore in battuta di Tajè che fissa definitivamente il punteggio sul 25-13.