Crea sito

Napoli. A fuoco la Villa di Scampia

Pochi giorni fa erano andati in fiamme i rifiuti nell’area circostante. Il vento ha fatto divampare rapidamente l’incendio.“Questa volta le fiamme stanno colpendo la Villa di Scampia e non l’area circostante e quindi, visto che dopo un incendio, soprattutto quando vanno a fuoco anche rifiuti indifferenziati, bisogna poi bonificare l’area, c’è il rischio che quell’area venga chiusa al pubblico”.
A denunciarlo i Verdi, con il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e il consigliere comunale Marco Gaudini, per i quali “purtroppo la presenza di rifiuti e la manutenzione non continua sono elementi che favoriscono lo sviluppo di incendi che, con il vento di queste ore, si propagano con molta facilità. A Scampia c’è un grande polmone verde della città di Napoli che va salvaguardato”.
“Dopo l’intervento dei Vigili del Fuoco bisogna mettere urgentemente in sicurezza l’area che deve tornare subito a disposizione dei residenti” hanno aggiunto i Verdi per i quali “serve la collaborazione di tutti, anche dei residenti, per evitare altri incendi che solo grazie all’intervento dei volontari del nucleo ambientale della Base Condor che hanno prontamente avvisato polizia e vigili del fuoco le fiamme non hanno provocato ulteriori danni”.