Crea sito

TERREMOTO e CONSEGNA SAE: “CI STATE TRATTANDO COME BESTIE”

(Coordinatori dei Comitati Terremoto Centro Italia) Anche a ridosso del Natale è proseguita la farsa delle consegne di Sae non completate e non utilizzabili ! Quello che doveva essere un regalo di Natale, è diventato l’ennesimo incubo per chi , fuori casa da più di un anno, non riesce a trovar pace neanche adesso! Di seguito le dichiarazioni dei sindaci di Visso e Sarnano , rilasciato il 24 dicembre, giorno di consegna delle Sae nei loro paesi …..
VISSO(PAZZAGLINI) “12 SAE consegnate ieri e nessuna abitabile.
Posso accettare che su una ci sia un problema, potrei anche capire se succedesse su due…
Ma consegnarle in quelle condizioni, sporche, con danni alle pareti, con perdite da lavandini, sanitari o impianti di riscaldamento non è accettabile. Oggi la caldaia dell’unica che avrebbe potuto essere abitata (pulita dall’assegnataria) ha avuto una perdita che la renderà inutilizzabile.
Mi sento mortificato, chiedo scusa agli assegnatari, mi era stato garantito che sarebbe stato tutto pronto per la consegna e mi sono fidato, anche perché avevo dovuto risolvere personalmente molti problemi.

Non sarà un pensiero natalizio ma spero proprio che qualcuno paghi per questo.”
SARNANO(CEREGIOLI) “Vialetti ancora da sistemare, cumuli di terra, terrapieni da ultimare, reti da cantiere, asfaltatura rovinata, pezzi di catrame sulle aiuole; all’interno oltre alla sporcizia, parte del mobilio e dei complementi d’arredi previsti nel capitolato non montati o addirittura assenti.
Se la situazione resterà immutata mi rifiuto di consegnarle” La volontà politica di rispettare dei fantasiosi cronoprogrammi(rivisti almeno 100 volte), dettati da esigenze di propaganda elettorale più che dalle reali necessità dei terremotati, si è dimostrata anche stavolta più forte della dignità che avremmo voluto riscontrare in questa classe politica senza vergogna!!! Con le elezioni alle porte, l’idea geniale che avete avuto è stata quella di consegnare il prima possibile senza curarvi di come l’avreste consegnate, in quali condizioni interne ed esterne, con quali materiali(adatti alla montagna?), con quale sicurezza(problemi impianti gas, sanitari, caldaie).
Non vi siete minimamente preoccupati che così facendo avreste distrutto anche l’ultima cosa che ci continua a dare la forza per andare avanti : LA SPERANZA! Vi presenteremo il conto, sia esso sotto forma di esposti, di manifestazioni di protesta, di voti contro alle elezioni (visto che questo è ciò che più conta per voi!).
Francesca Mileto
Francesco Pastorella