Crea sito

ALVIGNANO. Tommaso Tartaglione presenta il libro “Ferdinando d’Aragona, Vescovo e Santo”.

(Caserta24ore) ALVIGNANO Mercoledì 27 giugno nel giorno della festa patronale di Alvignano, san Ferdinando d’Aragona vescovo, verrà presentato alle ore 19:30 nella basilica paleocristiana di Santa Maria di Cubulteria – oggi dedicata al santo – (davanti al cimitero) il libro dal titolo “Ferdinando d’Aragona. Vescovo e santo. Storia, tradizione, arte”. L’autore Tommaso Tartaglione, cultore di storia locale, ha indagato tra le pergamene e i documenti conservati presso gli Archivi di Stato di Caserta e di Napoli, nonché presso l’Archivio storico della diocesi di Alife-Caiazzo, per ricostruire la vita del santo medievale che, lasciando la Spagna e la famiglia reale aragonese cui apparteneva, si fece pellegrino fino in Italia. Qui, dedito alla vita eremitica sulle colline caiatine, fu eletto vescovo di Caiazzo e durante una visita pastorale ad Alvignano morì e vi fu sepolto esattamente il 27 giugno 1082. Particolarmente invocato per le sue doti taumaturgiche, si ritiene abbia preservato le terre in cui è venerato come protettore, Alvignano e la vicina Dragoni, dalla peste del 1656, dalla carestia del 1764, e dai vari terremoti che lungo i secoli hanno colpito l’Alto casertano. Nel suo volume Tommaso Tartaglione ha anche trattato delle varie reliquie del santo spagnolo, delle tradizioni popolari e in particolare ha svolto una sorta di censimento di tutte le rappresentazioni artistiche del santo vescovo sparse per tutta la diocesi di Alife-Caiazzo, tra affreschi tardomedievali, tele e busti d’argento. Il libro è stato sponsorizzato dal Comune di Alvignano che ha organizzato la conferenza di presentazione cui prenderanno parte il vescovo mons. Valentino di Cerbo, il sindaco Angelo Marcucci, il parroco don Stefano Pastore e il dott. Luigi Arrigo direttore dell’Archivio storico diocesano. Sarà presente l’autore. Al termine avrà luogo la processione con l’antico busto di san Ferdinando e con le sue reliquie che dall’antica basilica si dirigerà verso il centro del paese.