Crea sito

Napoli. Cappelle sequestrate. Giusto riportare legalità nei cimiteri

(Caserta24ore) NAPOLI “Riportare la legalità nei cimiteri napoletani è una priorità assoluta e quindi va sostenuto il lavoro che sta portando avanti l’Amministrazione comunale, ma bisogna anche distinguere tra chi ha organizzato e praticato truffe e chi, in buona fede, è rimasto truffato e ora non può neanche andare a portare un fiore sulle tombe dei suoi cari”. Lo hanno detto i Verdi, con il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e i consiglieri comunali Stefano Buono e Marco Gaudini, per i quali “molte delle persone che si son viste chiudere le porte delle cappelle dove hanno deposto i corpi dei loro cari hanno comprato quei loculi presentandosi davanti a un notaio e mai avrebbero immaginato che stavano diventando complici, in qualche modo, di una truffa”.
“Chi ha agito in buona fede deve avere una corsia preferenziale per entrare in possesso di quei loculi che sono tornati nella disponibilità dell’Amministrazione comunale” hanno aggiunto i Verdi ricordando “l’impegno in questa e in altre vicende per riportare la legalità nei cimiteri napoletani, ma anche per far valere i diritti di chi è stato truffato in buona fede”.