Crea sito

Trevignano Romano. Il 30 aprile una giornata dedicata a Roberto Mancini, l’agente che svelò la Terra dei Fuochi

Giornata dedicata a Roberto Mancini, il 30 aprile a

Giornata speciale, con la commissione nazionale Aics Ambiente, il 30 aprile a Trevignano Romano per ricordare nel suo anniversario di morte il poliziotto che “svelò” la Terra dei fuochi, Roberto Mancini, conosciuto per essere stato il primo agente che con la sua squadra ha indagato sullo sversamento illegale di rifiuti speciali e tossici nei territori della Campania. Cento ragazzi liceali saranno il cuore dell’evento che si concluderà con un dibattito nel quale gli studenti saranno i protagonisti e potranno interagire con amministratori e politici del territorio per parlare in modo concreto della relazione tra impegno civile e futuro.
L’evento è voluto e organizzato da Andrea Nesi, coordinatore della commissione nazionale ambiente Aics, in collaborazione con il coordinamento nazionale bonifica dalle armi chimiche, la società nazionale di salvamento, Fiagrat e con il patrocinio del Comune di Trevignano Romano. Si inizierà alle 11 con la presentazione del progetto “Roberto Mancini e la sua squadra nelle scuole”, con cui Aics ha lanciato una sottoscrizione per dedicare una via al poliziotto alla sua squadra nel comune di Caivano, uno dei più colpiti tra i 57 comuni campani coinvolti nella terra dei fuochi; si proseguirà con il varo di Ecovela1, l’imbarcazione a vela costruita con materiali al 100% riciclati; si terminerà alle 14 con la proiezione – al cinema Palma – della fiction “Io non mi arrendo” dedicata proprio alla vita straordinaria di Mancini e della sua squadra.