Crea sito

E’ morto il padre Passsionista P. Alberto Pierangioli

(da Antonio Romano Aseap) Un grande uomo, un sacerdote aggiornato, un passionista coerente e accogliente.Aveva un sogno da studente passionista : andare in missione all’estero o specializzarsi in storia. Ma già un anno prima di diventare sacerdote i Superiori mandarono in cocci tutti i suoi piani. E furono lungimiranti. Ad eccezione di una breve parentesi a Roma per Licenziarsi in Teologia, p. Alberto fu per ben 17 anni l’icona dell’Alunnato passionista a Cesta (FE): “andai con gli alunni rassegnato, invece il Signore mi fece scoprire un meraviglioso campo di lavoro. Non credevo che alla fine mi sarebbe dispiaciuto tanto lasciare gli alunni” P. Alberto fu un ottimo educatore, attuando anche cambiamenti radicali per la gestione, la formazione e l’istruzione degli alunni passionisti.
Aveva l’ottima abitudine di rimanere sempre in contatto con gli ex alunni e desiderava un’apposita associazione degli “ex”. Ma non potette realizzarla perché per i Superiori di allora i tempi non erano maturi.

P. Alberto fu, inoltre, Docente, Superiore, Consultore provinciale e Consultore generale. E’ stato nel decennio scorso un’ottima guida dei Laici, quale Assistente Nazionale per il Movimento Laicale Passionista.
E’ stato, infine, il fondatore, l’organizzatore e il padre spirituale per 26 anni di un esercito di laici: gli AGC, gli Amici del Crocifisso. Laici che, il buon Padre passionista, abituava a vivere concretamente e gioiosamente la spiritualità passionista e a testimoniarla nelle parrocchie e sul territorio e sul letto di dolori, con uno stile di vita, autentico e non ostentato. Purtroppo da una caduta accidentale p. Alberto non si è più ripreso. Si è sforzato, dal letto dell’infermeria di san Gabriele (e finché ha potuto) di rimanere ancora in contatto telematico e telefonico con gli “Amici” e di inviare anche le sue riflessioni spirituali mensili. Ma nel frattempo li
pregava di affezionarsi ad altre guide passioniste, prevedendo di non poterli più seguire.Poi, negli ultimi mesi, si è aggravato e all’antivigilia di Natale 2015 quel dolce “Bambino” adagiato sulla Croce, (effigie a Lui molto cara) lo ha voluto in Paradiso perché trascorresse il S. Natale nella gioia. P. Alberto aveva 86 anni, con oltre 61 anni di Sacerdozio e da 68 anni professo passionista. I funerali di oggi, prima al Santuario di san Gabriele (TE) e poi al Convento di Morrovalle (MC), sono stati un’autentica apoteosi di gratitudine, di stima e di affetto. L’ha meritato tutta. Le Condoglianze dell’Aseap alla “Famiglia passionista” e particolarmente agli “Amici del Crocifisso”, ai quali certamente P. Alberto mancherà tanto, pur nella convinzione di ricevere la sua protezione dal Cielo.