Crea sito

Napoli. Corso Vittorio Emanuele nel caos.

(Caserta24ore) NAPOLI “Siamo stati facili profeti quando, nei mesi scorsi, prevedevamo il caos in corso Vittorio Emanuele se non ci fosse stato il necessario coordinamento tra tutte le parti in causa e il confronto continuo con i residenti e i commercianti per ridurre al massimo i disagi e i pericoli”. Lo hanno detto il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e il consigliere comunale Marco Gaudini, per i quali “un discorso a parte merita poi la questione della lingua di asfalto messa dopo i lavori per la fibra ottica perché, considerando la pericolosità della strada, sarebbe stato preferibile mettere l’asfalto su tutta la carreggiata perché così com’è la strada è particolarmente pericolosa e va messa in sicurezza in qualche modo”.
“A questo punto, è necessario trovare subito un accordo per individuare la strada per arrivare più velocemente all’avvio dei lavori sui quali sarà necessaria la massima attenzione per evitare che i tempi, già di per sé lunghi per il tipo di lavori da fare, non si dilatino aggiungendo ulteriori disagi e problemi a quelli inevitabili” hanno aggiunto Borrelli e Gaudini per i quali “è necessario anche tenere sempre aperto il dialogo con residenti e commercianti che possono sicuramente dare consigli utili”.