Crea sito

Napoli.

La denuncia. Area di sosta della stazione centrale di Napoli ostaggio di parcheggiatori abusivi nell’indifferenza dei militari. Borrelli. A che servono se non intervengono in difesa di due donne aggredite?
“Ma si può sapere a che servono i militari che presidiano la stazione di Napoli se permettono a due o tre tossicodipendenti di controllare anche l’area che Ferrovie dello Stato ha dedicato alla sosta veloce per far scendere i passeggeri diretti alla stazione, arrivando anche a vere e proprie aggressioni verbali?”
A chiederlo il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, raccontando l’ultima segnalazione arrivata alla pagina facebook ‘Io odio i parcheggiatori abusivi’ creata insieme al consigliere comunale Marco Gaudini e allo speaker Gianni Simioli de La radiazza di RadioMarte.
“Bernadette Palumbo ci ha segnalato che due tossicodipendenti hanno provato a estorcere soldi a lei e alla sua amica solo perché avevano sostato l’auto in quell’area, dicendo che loro controllano quella zona, nonostante, a pochi metri, ci fosse la solita jeep dell’esercito con i militari che presidiano quella zona” ha aggiunto Borrelli per il quale “al di là dell’inutilità di quel presidio dei militari, è assurdo anche che le Ferrovie non garantiscano la sicurezza in un’area che è di pertinenza della stazione centrale di Napoli”.