Crea sito

Ruviano. I Versi di Elvira Pietropaolo sotto la torre

(Caserta24ore) RUVIANO Dall’antico borgo medievale del medio Volturno di Ruviano Michela Elvira Pietropaolo presenta: “Versi sotto la torre”. Appuntamento letterario con “reading” di poesie. Presso la Sala Consiliare del Comune di Ruviano (CE) si è svolta Sabato, 17 febbraio 2018 la manifestazione dal titolo: “Versi sotto la torre”, ideato ed organizzato dalla splendida Michela Pietropaolo. La poetessa ha voluto proporre nel suo paese di origine, grazie all’imprescindibile collaborazione del Comune di Ruviano e della Pro Loco Raiano, un momento di ascolto e di riflessione nel quale alcuni poeti tra i più premiati a livello nazionale, alternandosi con giovani poeti, hanno declamato le proprie opere. In questo “reading” di poesie, si è scoperto qualcosa in più delle parole, un incontro che è stato anche un dialogo appassionato con il contributo delle persone presenti. A portare il saluto dell’Amministrazione Comunale il Vice Sindaco Antonio Cusano che ha ringraziato gli organizzatori ed il nutrito pubblico per la presenza e la partecipazione ad un evento di cultura letterario. A seguire il Presidente della Proloco Raiano, Col. Pasquale Di Meo, ha ringraziato la poetessa Michela Pietropaolo per la determinazione nel voler organizzare un evento di elevato spessore culturale. Tra gli ospiti, presente anche il Vicedirettore del periodico mensile di cultura ed informazione DEA Notizie, il quale portando i saluti del Direttore Francesco Falco e di tutti i corrispondenti della testata tra cui presente alla serata, la Prof.ssa Giovanna Petruccelli, ha così espresso importanti parole di apprezzamento: “Il mio più caloroso plauso alla divina poetessa Michela per la ottima idea di unire il grazie al paese natio con il valente estro poetico e condividere con amici di versi la passione per la poesia.” Lei, Michela Pietropaolo, ha così risposto al complimento pubblico del Dott. Domenico Valeriani: “Grazie di cuore per questa testimonianza di stima e affetto. Voglio ringraziare vivamente il Comune di Ruviano, la Pro loco Raiano e la cittadinanza tutta per aver creduto nelle mie idee. Grazie a tutti gli amici che con il loro affetto e calore mi sostengono.” Tra i vari brani letti hanno avuto un respiro assolutamente personale le poesie di Gino Abbro, Antonio Covino, Pasquale Cusano, Carlotta De Matteo, Dante Iagrossi, Ciro Iannone, Michele La Montagna, Carmine Montella, Thomas Mugnano, Angela Nappa, Alfonso Scibella e della stessa organizzatrice Michela Pietropaolo. Ad accompagnare l’esplorazione dell’universo degli autori l’interludio musicale del maestro Vinicio Cusano.

INFORMAZIONI su Ruviano (CE), una realtà da scoprire. A venti minuti da Caserta, procedendo lungo la strada statale 87 in direzione di Telese Terme, si incontra un gioiello delle Colline Caiatine si trova il borgo medievale di Ruviano. Un piccolo comune di circa 1800 abitanti, di consolidata tradizione rurale, custode di una varietà di sapori e profumi che è possibile ritrovare nei segreti della gastronomia locale e nei prodotti tipici del posto. Tale ricchezza gastronomica, accompagnata dalla bellezza dei luoghi e dalle testimonianze storico-artistiche, fanno di questo borgo una meta da non perdere. Ruviano ha origini antichissime, in tutto il territorio vi sono testimonianze di occupazione romana. Dall’età medievale, invece, è attestato un abitato stabile insieme a stratificazioni di epoche successive. Il centro storico è situato su uno sperone di roccia tufacea, incastonato tra dolci colline e fertili pianure punteggiate da oliveti e vigneti. La terra rappresenta la principale fonte di ricchezza del territorio di Ruviano. I sapori, inconfondibili, richiamano alla mente le abitudini del passato, quando la famiglia, dopo le lunghe giornate nei campi, godeva del frutto del proprio lavoro. Olio e vino sono solo alcuni degli ottimi prodotti che troviamo in quest’area, eccellenze locali sulle quali hanno investito le diverse strutture agrituristiche diffuse sull’intero territorio. Ruviano appartiene ad un’area geografica di dodici comuni che hanno come prerogativa la produzione dell’Oliva Caiazzana: un prodotto di altissima qualità grazie alla precocità di maturazione ed al rapporto ottimale tra nocciolo e polpa, da cui si ricava un olio extravergine caratterizzato da una nota di mandorla dolce, dal gusto delicato. Il borgo, con le sue stradine e i vicoli, offre allo sguardo del visitatore scorci affascinanti del paesaggio e degli edifici storici, come il castello e la torre dell’orologio. Il castello signoreggia su tutta la collina: ristrutturato dopo il terremoto del 1805, era difeso da un torrione cilindrico in tufo, la torre dell’orologio, ancora oggi visitabile. È possibile, inoltre, visitare la chiesa patronale consacrata a San Leone Magno, situata nel cuore del centro storico, la cui facciata è stata costruita riutilizzando materiale di epoca romana. Spostandosi nella vicina frazione di Alvignanello, non può mancare la visita al Santuario di Santa Maria degli Angeli, situato sulla collina che domina il territorio. Ogni lunedì in Albis, la tradizionale processione in onore della Madonna degli Angeli attira qui tantissimi fedeli. Chi ama la natura e il trekking può approfittare della possibilità di praticare lunghe passeggiate lungo il fiume Volturno, tra i numerosi sentieri nei boschi e in diverse località (Le coste, San Vincenzo, Olivella, Crocelle, Morroni, Mastantuono), godendosi le bellezze naturali date dalle varietà di arbusti e fiori selvatici. Elemento d’orgoglio per gli abitanti di Ruviano è sicuramente l’Associazione Pro Loco Raiano, espressione di un radicato senso di appartenenza dei suoi abitanti al piccolo comune di cui è Presidente il Colonnello Pasquale Di Meo. Avvalendosi dell’aiuto volontario e intraprendente dei suoi soci, la Pro Loco opera per la promozione, la valorizzazione e la crescita del suo territorio. Ciò fa sì che, ogni anno, il programma degli eventi sia ricco e stimolante, non solo per i ruvianesi, ma anche per chi giunge da fuori per gustare le eccellenze enogastronomiche locali, godere delle bellezze naturali, storiche e dei ritmi tranquilli di un piccolo centro.