Crea sito

CAPUA. Un gruppo di studio per la prevenzione ai fenomeni di bullismo e di cyberbullismo

(Caserta24ore) L’Istituto Pizzi fa parte, da circa un anno, di un Gruppo di studio per la rilevazione, la prevenzione e il supporto formativo ai fenomeni di bullismo e di cyberbullismo, “NON CI STO!” costituito del Liceo Garofano. Con altre scuole operanti sul territorio, con docenti di facoltà universitaria, con rappresentanti delle forze dell’ordine, con assistenti sociali e con componenti genitori/alunni, sono state intraprese una serie di iniziative e di azioni preventive e formative ancora in corso. In occasione del Safer Internet Day (SID), il 6 Febbraio scorso si è tenuto unevento annuale, organizzato a livello internazionale con il supporto della Commissione Europea, i rappresentanti di classe del Pizzi, nel corso della giornata, hanno mostrato, nell’ambito della propria classe, una presentazione sul Bullismo e sul disagio relazionale, curata dal prof. Matricano, dell’Università della Campania, L.Vanvitelli, Dipartimento di Economia e dalla prof.ssa A.Giacobone.

In seguito c’è stato un dibattito, guidato dal docente in servizio, sulle tematiche in oggetto e sulla promozione di una campagna di contrasto al bullismo e al cyberbullismo.  La classe ha, poi, “firmato” un Patto di responsabilità, ideato dal Gruppo di studio, in virtù del quale, ciascuno si è impegnato a condividerlo, assumendosi la propria responsabilità di quanto espresso e sottoscritto. Nei prossimi giorni, ciascun alunno, compilerà, collegandosi al link preposto su Home page dell’Istituto, un Questionario anonimo, redatto sempre dal Gruppo di studio, il cui scopo è la rilevazione di elementi utili ad una ricerca su come i ragazzi vivono i rapporti con gli altri all’interno della scuola e per eventualmente capire come sia possibile migliorare le relazioni tra compagni.Le parole sono sempre molto importanti, molto potenti. Il ricordo di quello che abbiamo provato quando abbiamo sentito delle parole che fanno male, rimane per sempre. (Prof.ssa Iole Esposito)