Crea sito

Teano. I ragazzi del Foscolo di Sparanise presentano l’Inferno di Dante all’auditorium

(di Paolo Mesolella) TEANO L’INFERNO in lingua volgare. Regia prof. Silvio Bonaccio. Ingresso gratuito.
Arriva Dante a Teano e si scatena l’Inferno all’auditorium “Francesco Tommasiello” grazie agli alunni della sede “Foscolo” di Sparanise, che sabato 25 gennaio prossimo, terranno un interessante spettacolo teatrale, alle ore 10.30, sull’Inferno di Dante. Con una differenza: l’Inferno sarà allestito in versione napoletana. In fondo anche Dante aveva scritto in dialetto, perché all’epoca quello di Dante era dialetto. Uno spettacolo spiritosissimo che prende il via dalla famosissima prima terzina per poi soffermarsi su sei canti della cantica dell’Inferno. E’ incredibile come il regista Silvio Bonaccio riesca a far ridere e a far sorridere su canti come quello di Paolo e Francesca o di Pier Delle Vigne sui quali c’è poco da scherzare. Ma il regista Bonaccio ci riesce. I ragazzi sono bravi e l’Inferno di Dante l’hanno capito leggendolo in dialetto napoletano. Durante lo spettacolo il Sommo Poeta, incontra Virgilio su di una panchina ed insieme iniziano un divertente viaggio superando l’ira di Caronte, ascoltando la voce suadente e innamorata di Beatrice, e sfidando le grida di “Minosse. Nell’Inferno dei ragazzi del Foscolo ci sono anche Farinata degli Uberti e Cavalcante dei Cavalcanti che usciranno dalle loro “arche infuocate” per conoscere Dante, Pier delle Vigne, poeta alla corte di Federico II di Svevia e l’Ulisse del celebre “fatti non foste a viver come Bruti ma per seguir virtute e conoscenza”. E poi Paolo e Francesca, Caronte, il Conte Ugolino, Amilcare ed Adalgisa. Lo spettacolo, gratuito, si terrà presso l’auditorium “Tommasiello” a Teano alle ore 10.30, per gli alunni delle classi Terze delle Scuole medie e per quelli della sede Foscolo di Teano. Con il regista prof. Bonaccio Silvio, ha collaborato la prof.ssa Cerullo Antonia. Questi i giovani attori: Vitaliano Ragosta (Dante), Luigi Palmesano (Virgilio), Antonio Puca (Amilcare), Giuseppe Mancini (Paolo), Raffaella Omaggio (Francesca) Matteo De Biase, Arianna Lo Greco (Adalgisa) , Chiara Ragosta (la Maga), e poi ancora Benedetto Giaccio, Marco Consoli, i diavoli Emanuele Ciccarelli, Giorgia Buldini, Mariachiara Bottilagine, Luca De Felice e le ballerine Norcia Doriana, Maria Marotta, Sara Laudando. Cì saranno perfino la Monaca di Monza (Alessandra Palumbo) ed un singolare muratore.