Crea sito

Itineri di Viaggio. Ecco cosa c’è oggi nel campo di sterminio di Auschwitz in Polonia

Iniziamo subito col dire che non è un viaggio di piacere quello di Auschwitz, perché non piace vedere le atrocità e le cose orribili che sono accadute; ma è necessario farlo per la memoria, affinché atrocità simili non si verifichino più.
Il campo di Auschwitz, costruito dai nazisti a Oswiecim (in Polacco) nel 1940 è diventato per il mondo il simbolo del terrore, dello sterminio, l’Olocausto. I morti ammazzati nel centro di Auschwitz tra il 1940 e il 1945 sono stimati tra il milione e milione e mezzo di persone. Sul terreno dell’ex campo di concentramento si trovano i resti delle camere a gas usati per uccidere i reclusi, i dormitori, i loro effetti personali, km di recinzioni con il filo spinato e la rampa ferroviaria dove arrivavano coi treni le persone destinate allo sterminio. I campi di concentramento di Auschwitz sono due: quello di Birkenau dove venivano fatti arrivare i prigionieri e quello di Auschwitz I, dove i corpi senza vita delle persone imprigionate ed ammazzate venivano bruciati e cremati.