Crea sito

Itinerari di viaggio. Praga, la capitale della Repubblica Ceca

Ecco alcune informazioni di servizio, per agevolare i viaggiatori in procinto di partire per la Repubblica Ceca con l’aereo.
Le compagnie che prevedono voli per Praga partono dai maggiori aeroporti italiani, tra cui Easyjet a Capodichino, Napoli.
L’aeroporto di Praga si trova a 16 km a nord della città, il bus 119 raggiunge la fermata di Nadrazi Veleslavin sulla linea verde della metropolitana da cui è possibile agevolmente raggiungere ogni quartiere della città. Il biglietto, non si può acquistare a bordo, costa 24 corone ceke, (circa 1 Euro).
Attenti al cambio perché oltre alla commissione che può raggiungere il 5% all’aeroporto, in alcuni casi viene applicata una maggiorazione che può far salire il costo del cambio fino al 18%. C’è anche un bus diretto che porta dall’aeroporto al centro alla stazione di Florenc, costa qualche euro in più.
Riguardo il cambio conviene cambiare poco e pagare sempre con le carte ricaricabili, che prendono una commissione onesta. In ogni caso, prima di cambiare i contanti, conviene farsi fare un preventivo per verificare il cambio al netto delle varie commissioni.
Dalla linea verde della fermata di Nadrazi Veleslavin si può raggiungere Muzeum che si interseca con la rossa o Florenc con la gialla.
Ci troviamo nel centro della città vicini alla città alta; oltrepassando il fiume e salendo un po’, si godrà uno splendido panorama; nella stazione di Florenc si trova lo snodo principale degli autobus a lunga gittata con destinazioni in mezza Europa.
Nei pressi della stazione di Muzeum c’è il passeggio principale della città moderna.
Un modo per visitare Praga coi mezzi pubblici è quello di utilizzare la rete tranviaria. I tram sono molto diffusi; un biglietto di 24 ore costa 110 CZK. Con lo stesso biglietto è possibile prendere anche gli autobus e la metropolitana.
Praga è una città di confine della cultura francofona e quella slava dell’est Europa. E’ tutta da visitare, dai famosi castelli, i parchi intorni al fiume Moldova, i poggi verdeggianti, le chiese e i monumenti, la cittadella del Castello di Praga, i monasteri, la Loreta, la Torre di Ferro…
Praga ha una popolazione di poco superiore al milione di abitanti e si estende su 500 km2 nella Boemia. La sua posizione al centro dell’Europa ne fa una base di partenza per visitare la circostante regione boema e numerose altre città come Norimberga, Vienna, Bratislava e Budapest. La città è costituita da cinque antiche città ed è attraversata dalla Moldava, un affluente dell’Elba. Nel 1922 venne costituita la conurbazione denominata Grande Praga, frutto dell’accorpamento di 37 sobborghi e distretti, tutti egregiamente serviti dai trasporti pubblici.
Storicamente all’inizio del X secolo la città era già fiorente: nella città vecchia si svolgeva il grande mercato e dalle sue fortezze i principi governavano i numerosi feudi.
Nel Medioevo Praga raggiunse il suo massimo splendore sotto il regno di Carlo IV imperatore del Sacro Romano Impero. Nel corso dei secoli il potere passò di mano fino agli Asburgo d’Austria, che governarono per 400 anni fino al 1900.
In primavera, quando i giardini sono in fiore, Praga si riempie di colori. Apre la serie delle manifestazioni praghesi il festival musicale Primavera di Praga.
La Moldava ha svolto un ruolo cruciale nella storia della città. Fino al XIX secolo alcune parti della città erano soggette a gravi inondazioni. Nel tentativo di risolvere il problema, gli argini sono stati rinforzati e rialzati più volte.