Crea sito

Il Pontificio Istituto Missioni Estere celebra a Calvi Risorta una giornata in ricordo del missionario caleno padre Salvatore Martino

padresalvatoremartino(di Gianluca Parisi). Si terrà presso “Casa Mandara” (struttura lascito di una famiglia petrulese alla curia vescovile), dove insiste un Centro Diocesano, il ricordo del missionario nato e morto ai Martini di Petrulo in Calvi Risorta. La giornata in occasione dei 25 anni dalla sua scomparsa.
Padre Salvatore Martino (nella foto) fu rettore della casa apostolica del PIME a Ducenta e per un certo periodo della sua vita è stato alla segreteria del Vaticano, ma il meglio della sua vita religiosa l’ha speso in Giappone.
Missionario già dagli anni ’70, attraverso la rivista “Venga il tuo Regno” in Italia i suoi conterranei si mantenevano aggiornati sulle attività missionarie.

Riferendosi al Giappone, si legge in una vecchia copia della rivista datata 15 luglio 1956: “Gli antichi dicevano che ci sono sulla terra tre mali gravissimi per l’uomo e sono la peste, la fame, la guerra. Sembra che questi tre mali si addensino con particolare gravità sulla gioventù nipponica dei nostri tempi. I giovani giapponesi hanno sperimentato gli orrori della guerra… soffrono la fame…”. In questo contesto padre Salvatore Martino ha svolto la sua opera missionaria.
Il programma di domenica 28 giugno prevede dalla mattinata presso Casa Mandara una mostra fotografica sulle attività svolte dal missionario, alle ore 17:30 ci sarà la testimonianza del p. Giampiero Bruni, missionario del PIME dal titolo “La Chiesa in Giappone oggi” con l’intervento del prof. Ferdinando Rostan.
Presenti oltre a tutti gli amici missionari del PIME, che hanno organizzato l’evento, i nipoti di padre Salvatore: Nicandro, Giuseppe, Salvatore, Alberico e Nicola. Alle ore 19, nella parrocchia di San Nicandro a Petrulo si concluderà la giornata con la concelebrazione eucaristica.