Crea sito

Napoli. Due avvocati napoletani denunciano la Juventus

(Caserta24ore) NAPOLI, Presentata denuncia da due avvocati napoletani contro la Juventus e tutti i suoi favoreggiatori penalmente perseguibili. In essa si osserva, con abbondante documentazione, che dal 2011 ad oggi gli arbitri italiani sono stati obbligati dall’AIA (Associazione Italiana Arbitri) a commettere una serie di “errori arbitrali” a favore della Juventus – dettagliati nella denuncia – consentendole così di vincere tutti i campionati italiani di calcio appunto dal 2011 ad oggi Ciò grazie al fatto che la Juventus, attraverso la FCA (FIAT Chrysler Automobiles) di cui essa fa parte, ha massicciamente finanziato l’AIA, sponsorizzando e finanziando la Federazione Italiana Gioco Calcio (FIGC) che comprende appunto l’AIA, la quale ha quindi decisivo interesse a che la Juventus vinca le partite e di conseguenza i campionati italiani… E gli arbitri hanno a loro volta vitale interesse ad ottemperare alle ingiunzioni dell’AIA, poiché normalmente beneficiano di compensi finanziari spesso notevoli, e l’AIA ha facoltà ad libitum di farli decadere senza neppure indicarne i motivi.E poiché per diventate arbitri hanno dovuto per statuto rinunciare all’attività professionale che avevano fino allora esercitata, se vengono dismessi si trovano semplicemente senza mezzi di sussistenza. La denuncia è stata presentata ufficialmente lo scorso 7 maggio al Procuratore della Repubblica di Napoli dagli avvocati Filippo Pucino, con studio in viale Maria Bakunin 161 e Massimiliano De Gregorio con studio in via Cirillo 13, per tutti i reati riscontrabili nei fatti da essi denunciati. Detti avvocati hanno fissato come loro domicilio in relazione alla denuncia lo studio dell’avv. Roberto Iacono, piazza Principe Umberto 4, a Napoli. Fra i numerosi personaggi che essi hanno indicati nella denuncia – affinché la Procura stabilisca quali fra costoro siano passibili di sanzioni penali – si notano Marcello Nicchi presidente dell’AIA, Narciso Pisacreta vicepresidente, Roberto Fabbricini commissario dalla FIGC, Andrea Agnelli presidente della Juventus Footbal Club Spa, Jonh Elkan e Sergio Marchionne rispettivamente presidente e vicepresidente del consiglio di amministrazione della Exor NV azionista di maggioranza della stessa Juventus Footbal Club SPA. Da aggiungere che la Juventus è una società quotata in Borsa, sicché i risultati sportivi della squadra hanno una enorme influenza sul valore del suo titolo, donde un ulteriore pesante interesse a che essa vinca sistematicamente, in un modo o nell’altro, partite e campionati. L’AIA e i suoi comportamenti…

Nella denuncia si sottolinea che non è ulteriormente tollerabile che si consenta all’Associazione Italiana Arbitri (AIA) di agire nel modo che vi è dettagliato.E al riguardo si cita che il Tribunale Federale Nazionale – intervenuto su ricorso di un arbitro, l’avv. Giovanni Grieco, contro la decisione di dismetterlo senza addurre motivazioni – ha osservanto, con decisione del 29.9.2017, che l’AIA ha la facoltà di far decadere gli arbitri senza essere tenuta a motivare, e con decisione inoppugnabile…Mentre “l’inappellabilità delle decisioni degli arbitri conferma la necessità che lo svolgimento della funzione arbitrale sia conformato alla più elevata indipendenza e imparzialità”.E l’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) – rispondendo ad un quesito posto dall’associazione Nazionale Imprese Assicurative (ANIA) – ha sottolineato, con delibera del 23 marzo 2016, l’obbligo che i flussi finanziari delle federazioni sportive, compresa la Federazione Calcio (FIGC), debbano essere ben tracciabili.
A questo punto è da prevedersi che, a seguito della documentata denuncia dei due avvocati napoletani se ne vedranno delle belle…