Crea sito

Marcianise. Il PalArti al “Quercia” per una “lectio” su Andrea Sparaco

(Caserta24ore) MARCIANISE. Discutendo del futuro dell’arte, nel ricordo di Andrea Sparaco. Ultima tappa, del 2017, nelle scuole del “Presidio culturale territoriale”. Ieri mattina, il Palazzo delle Arti di Capodrise ha incontrato gli studenti del liceo “Federico Quercia” di Marcianise, istituto diretto da Diamante Marotta. La mattinata di studi rientrava tra le attività del progetto “Pittori di Capodrise nell’arte Campana e oltre”, cofinanziato dalla Regione e dal Comune di Capodrise, e del protocollo d’intesa firmato con le istituzioni scolastiche del territorio, tra cui il “Quercia”. Il dibattito, incentrato sul significato di arte oggi e su come vive l’artista il rapporto con la società, è stato preceduto dal docufilm, prodotto dal Palazzo delle Arti, “Lo studio di Andrea”, dedicato a Sparaco e diretto da Alessandro Musone, con la consulenza artistica del curatore d’arte Michelangelo Giovinale e la supervisione editoriale del giornalista Claudio Lombardi. Il corto raccoglie le testimonianze inedite delle persone più care all’artista: un album dei ricordi per coloro a cui il solo ricordo non basta più. Dopo la proiezione, i saluti di Marotta e del sindaco Angelo Crescente, cui sono seguiti gli intervenuti di Michelangelo Giovinale, Umberto Panarella, Roberta Zamuner, Laura Niola e Alessandro Musone. Presenti, tra gli altri, Lello agretti, Marina Sparaco, la figlia dell’artista di Capodrise, e i dicenti del liceo, Maria Pia Iodice e Giancarlo Pignataro. A sei anni dalla morte, la riflessione critica su Andrea Sparaco è appena iniziata: la sua produzione è vastissima ed è una fonte preziosa per rileggere la storia dell’arte in Terra di Lavoro. Ma anche per raccogliere la sua eredità, comprenderla, liberarla dalle troppe sovrastrutture e trasmetterla alle nuove generazioni. Un ripartire dalla fine: un’occasione di confronto per chi sente la necessità di interrogarsi sull’uomo e sull’artista. Prima del “Quercia”, il PalArti ha animato incontri e dibattiti simili al liceo “Buccini” e l’istituto comprensivo “Cavour” di Marcianise, al liceo “Righi Nervi” di Santa Maria Capua Vetere e l’istituto “Gaglione” di Capodrise.