Crea sito

SPARANISE La Fiaccola della Pace ritorna a Sparanise il 29 Gennaio per ricordare la SHOAH

(ilMezzogiorno) SPARANISE (Ce)- Lunedi 29 gennaio, giorno in cui si celebra il Giorno della Memoria della SHOAH, presso la sede di Sparanise dell’ Istituto Statale d’Istruzione Secondaria Superiore “Ugo Foscolo”, retto dal Preside Paolo MESOLELLA, si svolgerà la Giornata dedicata alla PACE. Nell’ambito del “Patto di Pace” siglato con l’Istituto Foscolo ed il Movimento Internazionale per la Pace della Provincia, alla cui Scuola è stato conferito il titolo di “Scuola di Pace” del III Millennio, si svolgerà la Marcia per la Pace per le vie della cittadina, che celebrerà la II ed.ne, nella Città di SPARANISE, dello storico passaggio della “Fiaccola della Pace” che commemora i 100 anni della grande guerra. Si riporta il programma di massima dell’evento: Ore 9:00 raduno e partenza davanti la Chiesa di S. Vitaliano sulla ferrovia (Stazione di Sparanise Piazza A. Gramsci). La consegna della “Fiaccola della Pace” che il Movimento per la Pace consegnerà al rappresentante degli studenti Fabio Spagnuolo, aprirà la Marcia per la Pace. Il corteo prevede il seguente percorso: attraverserà Corso Matteotti e Corso del Popolo fino ad arrivare in Via Corrado Graziadei ( Villetta Comunale), davanti al monumento dedicato ai martiri dell’eccidio nazista e del campo di concentramento tedesco sparanisano. Davanti al simbolo della memoria, ci sarà il saluto delle autorità presenti, del Dirigente Scolastico prof. Paolo Mesolella, del Sindaco e della Presidente del Movimento per la Pace Agnese Ginocchio e di altre Istituzioni che interverranno. Quindi avverrà la declamazione di alcuni pensieri sul tema della giornata da parte degli alunni coadiuvati dalla prof.ssa Capuano Teresa dell’ISISS Foscolo di Sparanise, a seguire la benedizione da parte del parroco e l’ intitolazione del nuovo “Albero della Pace” ( il precedente piantumato durante la I ed.ne della Fiaccola della Pace subì un grave atto vandalico) il “Monumento vivo” da coltivare ogni giorno con le azioni, dedicato ai 100 anni della grande guerra e alla “Shoah”, e dedicato ai martiri sparanisani dell’eccidio nazista e del campo di concentramento sparanisano, e alle vittime delle guerre, stragi, attentati, guerre, terrorismo e mafie di Sparanise e nel mondo. Seguirà la declamazione dell’ ultimo “Appello di Pace” sul tema della nonviolenza e del disarmo da parte del Movimento per la Pace. Si ringrazia la disponibilità del Preside Paolo Mesolella, La memoria del passato è la chiave per costruire un futuro di Pace. Le giovani generazioni sono chiamate a scendere in campo per lavorare su queste tematiche. Dopo 100 di guerre, di orrori e di massacri, è venuta l’ora di dichiarare che la Pace è Diritto umano che va affermato tra tutti i popoli. La Nonviolenza sia dunque stile di una vita e di una Politica per la Pace. “…Perché non vi siano né l’oppressione del popolo né le inutili guerre, e perché nessuno s’indigni più contro coloro che sembrano essere i colpevoli di tutto ciò, occorrerebbe in realtà ben poco, e precisamente e unicamente che gli uomini capiscano come stanno veramente le cose, e le chiamino con il loro nome; e sappiano che un esercito è uno strumento d’omicidio e che il costruire e comandare un esercito – ovverosia ciò di cui si occupano con tanta disinvoltura i re, gli imperatori, i presidenti – è soltanto una preparazione all’omicidio…”.

(“LEV TOLSTOJ” tratto da “Non uccidere” – 1900)