Crea sito

Napoli. Parcheggiatori abusivi danneggiano le macchine di due medici

(Caserta24ore) NAPOLI Parcheggiatori abusivi.La macchina di due medici napoletani emigrati in Francia danneggiata dai parcheggiatori abusivi del Lungomare di Napoli perché non hanno voluto pagare il pizzo
“L’operazione della polizia municipale nella zona dell’Edenlandia conferma la fondatezza delle nostre denunce dei giorni scorsi in cui evidenziavamo la ‘presa di possesso’ dell’area da parte dei parcheggiatori abusivi, ma ora bisogna impegnarsi affinché tutto non si risolva nel giro di qualche ora e che possibilmente anche in questo caso arrivi una condanna a una sorta di ‘lavori forzati’ come accaduto nelle scorse settimane quando un giudice ha condannato un parcheggiatore abusivo a lavorare gratuitamente per il Comune di Napoli”.
A dirlo il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, creatore, insieme al consigliere comunale Marco Gaudini e allo speaker Gianni Simioli, della pagina facebook ‘Io odio i parcheggiatori abusivi’ dove, anche in questi giorni, stanno arrivando diverse segnalazioni tra cui quella di un napoletano emigrato in Francia particolarmente significativa perché conferma il clima delinquenziale tenuto in piedi dai parcheggiatori abusivi che operano nella zona di Santa Lucia contro cui, proprio nei giorni scorsi, lo stesso Borrelli ha fatto una denuncia dettagliata di come i parcheggiatori abusivi danneggiano le auto dei residenti che non gli danno soldi o non mettono le auto dove indicano loro. Anche in questo caso la macchina sarebbe stata danneggiata dai parcheggiatori abusivi perché non gli è stato corrisposto il pizzo. Ecco il racconto del medico napoletano emigrato in Francia: “Sono un cittadino napoletano trasferito in Francia da circa 12 anni. Ritorno a Napoli per le vacanze tutti gli anni per ritrovare i luoghi della mia gioventù. Io e mia moglie, entrambi medici, abbiamo parcheggiato l’auto dietro l’hotel Excelsior, l’altro ieri sera, per la rituale passeggiata finale al lungomare. Ho pagato e messo nella macchina il regolare ticket alle macchinette. Sono stato dopo poco avvicinato da un parcheggiatore abusivo per la solita estorsione, ma mi sono rifiutato spiegando d aver pagato. Risultato? Al ritorno macchina rigata sulla fiancata con una chiave…Continui nella sua battaglia…Questa gente merita la galera”.