Crea sito

NOLA BOSCOFANGONE LAVORI RECUPERO VIABILITA’. LA SODDISFAZIONE DEI LAVORATORI DELLA ZONA INDUSTRIALE

Aprile non è un “dolce dormire” per l’ASI di Nola che all’annosa questione della viabilità della zona industriale di Boscofangone dà una prima risposta, concreta e risolutiva, con uomini e mezzi dispiegati sul novello cantiere con gli applausi dei tanti lavoratori pendolari a sonorizzare la soddisfazione della variegata utenza di quell’area.
L’Avvocato Giosy Romano, Presidente ASI e Sindaco del Comune di Brusciano, ha colto immediatamente l’appello lanciato lo scorso mese di febbraio dai dipendenti dell’Alenia Aermacchi che hanno trovato man forte nella esplicitazione di questa problematica nel loro collega Felice Porcaro, Assessore al Comune di Mariglianella.
L’intervento ASI in corso, la cui ditta esecutrice è la “2M Appalti SRL”, viene comunicato ai passanti dalla cartellonistica ufficiale del “Consorzio per l’Area di Sviluppo Industriale” con l’indicazione del Presidente, Dott. Avv. Giosy Romano e del Direttore, Ing. Salvatore Puca e poi dei Progettisti, Ing. Antonio Esposito e Arch. Beniamino Esposito, quest’ultimo anche in qualità di Direttore dei Lavori. Si è messa così in moto, nel plauso generale la macchina per il recupero delle migliori condizioni di viabilità della zona di Boscofangone. I lavoratori dei siti produttivi e gli abitanti dell’area in questi ultimi anni avevano espresso più volte le loro lamentele per la difficile viabilità e le crescenti difficoltà conseguenti alla chiusura di una fondamentale bretella di collegamento.

Il portavoce Felice Porcaro a nome delle maestranze Finmeccanica e delle R.S.U. aziendali ha dichiarato: “Dopo 4 anni di chiusura della bretella, divenuta una discarica a cielo aperto, oggi possiamo ringraziare il Presidente Giosy Romano che scuote l’inerzia di tanti anni di silenzio e commissariamento dell’ASI dell’Agro Mariglianese-Nolano e che in questo modo speriamo sia da traino per altri Enti competenti sull’intera area e per le varie necessità manutentive e migliorative sia della viabilità e sia della pubblica illuminazione. Auspichiamo quindi che da ora anche la Regione Campania trovi il modo di spendere il finanziamento previsto dalla sua precedente delibera per la viabilità, il potenziamento dell’infrastrutturazione, il rafforzamento della sicurezza e della tutela dell’ambiente della zona”.