Crea sito

Teano- Sparanise. Al Foscolo partono 10 laboratori di Politica Attiva del Lavori in collaborazione con con l’Anpal

Partono domani, lunedì 3 maggio, presso le sedi dell’ISISS Foscolo di Teano e Sparanise, venti laboratori di “Politica Attiva del Lavoro”, grazie alla collaborazione tra la Scuola e l’ANPAL servizi, l’Agenzia Nazionale delle Politiche Attive del Lavoro con sede a Roma. Anche quest’anno, infatti, è stato rinnovato e sottoscritto dal Dirigente Scolastico Paolo Mesolella e dal referente Anpal dott. Giovanni Viggiano il Piano Generale di Supporto che prevede l’avvio di dieci laboratori di Politica Attiva del Lavoro destinati agli alunni delle classi quinte e Laboratori di Apprendistato di primo livello destinati agli alunni delle classi terze a quarte degli istituti tecnici delle due sedi di Teano e Sparanise. Il Piano Generale di Supporto del Foscolo rientra nel Piano Operativo Anpal finalizzato all’assistenza agli istituti secondari nella qualificazione di azioni di accompagnamento alle transizioni degli studenti. I Laboratori dell’ANPAL che partono domani, in particolare sono gestiti dal tutor Anpal dott. Giovanni Viggiano e prevedono fino all’11 maggio la realizzazione di laboratori PAL e Apprendistato di primo livello. I Laboratori sono strumenti di supporto alle Transizioni Scuola Lavoro, sono destinati agli studenti del V° anno dei Licei (Lunedì 3 e Martedì 4 maggio) e dei Tecnici di Teano e Sparanise e si terranno fino a venerdì 7 maggio prossimo. I laboratori PAL si inseriscono all’interno delle azioni di orientamento che la scuola realizza al fine di favorire la capacità dello studente di orientarsi in maniera consapevole e di fare scelte in coerenza con le proprie caratteristiche, attitudini e il proprio progetto personale in rapporto alle contingenze del mercato del lavoro e alla vocazione produttiva del territorio. L’attività dei laboratori sarà incentrata su argomenti specifici quali l’Obiettivo professionale, la ricerca attiva del lavoro, il curriculum vitae, il colloquio di selezione, il Programma di politiche attive del lavoro “Nuova Garanzia Giovani” e tipologie contrattuali di inserimento nel Mercato del lavoro. I Laboratori di Apprendistato di I livello, invece sono destinati agli studenti delle classi terze e quarte degli Istituti Tecnici e si terranno dal 10 al 12 maggio prossimo. “Tra i vari fattori che purtroppo contribuiscono ad alimentare la disoccupazione giovanile, spiega il preside del Foscolo prof. Paolo Mesolella vi è la difficile transizione: in questa direzione va la creazione di spazi laboratoriali con l’organizzazione di Laboratori di Politiche Attive sul Lavoro. E’ da ritenere strategica infatti l’opportunità di realizzare, anche alla luce delle potenzialità offerte dal Contratto di Apprendistato di I livello, ulteriori approfondimenti di tipo informativo sull’Apprendistato Duale. L’Apprendistato di I livello, rappresenta uno strumento messo in campo dal legislatore per formare integralmente gli studenti e favorire l’integrazione tra mondo della scuola e del lavoro. Il sistema duale consente da un lato, il conseguimento di un titolo di studio e dall’altro, è lo strumento contrattuale per il primo ingresso nel mondo del lavoro attraverso l’esperienza professionale diretta, reale e non simulata. Il Tutor di Anpal Servizi, insieme al DS e al Team di supporto, si impegne nel processo di miglioramento dei percorsi di PCTO e nella maggiore qualificazione della integrazione con l’esperienza orientativa e laboratoriale”. Spiega inoltre il tutor Anpal, dott. Viggiano: “Da valutazioni ex post sulle attività di Assistenza Tecnica erogate alla scuola e dai confronti con il Dirigente Scolastico, insieme alla Referente dei PCTO prof.ssa Teresa Boragine, sullo stato dell’arte, è apparsa evidente la volontà di far leva su talune condizioni propedeutiche per lo sviluppo di ulteriori buone pratiche di alternanza scuola lavoro (ora PCTO) e valorizzare ulteriori asset di sviluppo strategico. L’ambito del “contesto” in particolare, si presenta quale spazio di miglioramento soprattutto in termini di una riorganizzazione del Team che deve dedicarsi soprattutto alle attività di Transizione, valorizzando il contesto locale”.

Il sito caserta24ore.it è verificato dall'Ordine dei Giornalisti