Crea sito

Plastic Free compie 1 anno, oltre 50.000 kg di plastica rimossi dall’ambiente

(ilMezzogiorno) I nuovi eroi non indossano il mantello ma la maglietta blu dell’associazione Plastic Free Odv Onlus
Sono determinati e instancabili, ma soprattutto nutrono un amore sconfinato per il Pianeta. Sono gli eroi di Plastic Free, l’associazione di volontari attiva nella lotta contro la plastica che da un anno libera l’Italia da questa materia estremamente inquinante. Sì perché, nel suo primo compleanno l’associazione, fondata il 29 luglio del 2019, ha raccolto grazie ai suoi affiliati con la maglietta blu, oltre 50.000 chilogrammi di plastica. Solo un mese fa la plastica raccolta era pari a 4.500 kg, ma le ultime campagne hanno ottenuto un successo davvero sorprendente con oltre 100 referenti in tutt’Italia attivi da Nord a Sud. Un successo senza precedenti grazie ad un’attività divenuta una vera e propria “missione”, con il contributo di tantissimi iscritti e attivisti dell’associazione che ogni giorno, in tutta Italia, su spiagge, strade, marciapiedi, piazze, insegue un unico obiettivo: “liberare il mondo dalla plastica”. L’associazione Plastic Free Organizzazione di Volontari Onlus è nata dalla volontà di un giovane imprenditore esperto di marketing, Luca De Gaetano che ha deciso di utilizzare le sue competenze con l’obiettivo di informare e sensibilizzare più persone possibili sulla pericolosità della plastica. Per De Gaetano, infatti, se con il marketing si può vendere qualsiasi cosa, le stesse strategie applicate a finalità sociali possono generare numeri davvero impressionanti. Plastic Free, in pochi mesi, ha raggiunto con le proprie pubblicazioni 151 milioni di utenti sui canali social, 29 mila follower su Instagram e 200 mila fan nella pagina Facebook. La raccolta della plastica in questi primi dodici mesi di attività ha coinvolto tutte le regioni italiane con record di raccolta senza precedenti. Tra le regioni più attive, al primo posto la Campania, seguita dal Veneto, Emilia-Romagna e Sicilia, mentre Ferrara e Porto Tolle (RO) sono le città più attive. “Nell’ultimo mese – commenta De Gaetano – siamo cresciuti del 1.300% e questo è un segno di speranza, un segno di un’Italia che si ama. I nuovi eroi non hanno il mantello ma una maglietta blu Plastic Free. Sono pronti a salvare la natura e il futuro del nostro Pianeta. Sono molto felice. Vedere così tante persone sposare una causa così importante mi riempie di gioia”. Per De Gaetano però questo “è solo l’inizio! C’è ancora tanta strada da fare. Continueremo a sensibilizzare sul web, attraverso i social, continueremo a raccogliere plastica e rifiuti ovunque, e a portare avanti i nostri progetti, come il supporto ai centri di recupero tartarughe marine e da ottobre la sensibilizzazione nelle scuole”. Tra i progetti in cantiere, infatti, oltre a “Adotta una tartaruga” per contribuire a sostenere, recuperare, curare e riabilitare le tartarughe marine ferite dall’incuria dell’uomo, Plastic Free ha già in programma il progetto denominato “Comuni Plastic Free” che ha l’obiettivo di portare i Comuni ad un orientamento Plastic Free e nei quali verrà esposta la Bandiera Plastic Free e il continuo reclutamento di Referenti in tutte le province. Contemporaneamente partirà una campagna di sensibilizzazione nelle scuole italiane per illustrare ai giovani la pericolosità nell’utilizzo della plastica.

Manda un messaggio WhatsApp
Invia WhatsApp