Crea sito

Napoli. Villa comunale, Zero controlli e degrado inaccettabile

(ilMezzogiorno) NAPOLI “La Villa comunale di Napoli è da troppo tempo terra di nessuno. Nel corso di un sopralluogo effettuato questa mattina insieme ad alcuni residenti sono stati riscontrati diversi residui di bivacchi notturni, rifiuti gettati nelle aiuole, giacigli improvvisati. Una situazione che deve essere regolamentata al più presto. Il polmone verde per eccellenza del Centro di Napoli deve tornare ad essere un luogo sicuro dove le famiglie possano trascorrere qualche ora al riparo dal traffico, dal caldo, senza correre il rischio di imbattersi in disavventure pericolose. Tante le segnalazioni di scorribande di teppisti e di atti di vandalismo che hanno rovinato diverse statue presenti al suo interno. Non bastano gli sforzi del comune per manutenere il verde, bisogna ripristinare il servizio di guardiania e vigilanza interna che prevedeva, negli anni immediatamente successivi alla sua riqualificazione alla fine degli anni ‘90, la presenza di sorveglianti divisi per turni di servizio”. Queste le parole di Dino Di Palma, coordinatore di Europa Verde della Campania, che si è recato presso la Villa comunale di Napoli per un sopralluogo in compagnia di alcuni residenti. “E’ ormai indispensabile un nuovo intervento di riqualificazione dell’intera area a partire dalla pavimentazione – ha proseguito Di Palma – che ad oggi rende poco agevole la permanenza delle persone a causa della polvere che si leva copiosamente, per proseguire con impianti di irrigazione automatici e ripristino dei sistemi di videosorveglianza. Restituiamo ai napoletani un luogo accogliente, sicuro, uno dei luoghi simbolo della città”.