Crea sito

Santa Maria Capua Vetere. Il 2 giugno ritornano i gladiatori

(Caserta24ore) SANTA MARIA CAPUA VETERE. Museo dei Gladiatori 2 GIUGNO 2020 ore 11.00. Prosegue il piano graduale di riapertura in sicurezza dei musei e dei luoghi della cultura che fanno capo alla Direzione regionale Musei Campania. Il 2 giugno, in coincidenza con la Festa della Repubblica partecipiamo anche noi, insieme a tante
altre istituzioni museali della nostra regione e del resto del Paese, ad una grande operazione culturale collettiva che intende riavvicinare le comunità ai musei più amati, la Direzione regionale Musei della Campania riapre contemporaneamente 9 strutture, 5 a Napoli e 4 nel territorio campano. Questo percorso non a caso avviene nel giorno della Festa della Repubblica, richiamando i valori di condivisione, responsabilità, solidarietà che si rinnovano nei momenti difficili, rafforzando e rigenerando l’intera comunità. A Santa Maria Capua Vetere, dopo la positiva riapertura dell’anfiteatro Campano del 19 maggio alla presenza della direttrice della Direzione regionale Musei della Campania Marta Ragozzino, il Museo dei Gladiatori, dopo il lockdown dell’8 marzo, schiude le sue porte restituendo al pubblico una lettura completa degli apparati architettonici e decorativi di uno dei più importanti anfiteatri del mondo romano, secondo per dimensioni solo al Colosseo. Il Museo dei Gladiatori viene inaugurato nel 2002 per narrare la storia del sito e degli eroi dell’arena, trasformando un precedente Antiquarium realizzato negli scorsi anni Quaranta per la conservazione dei materiali provenienti dagli scavi del casertano, in particolare di quelli dell’antica Capua. Articolato in due ambienti, il museo presenta una significativa collezione dei rilievi

marmorei che ornavano l’anfiteatro. La prima sala è dedicata ai giochi gladiatorii con copie dal vero
delle armature rinvenute a Pompei, e pannelli didattici che illustrano le varie classi di gladiatori.
Busti di divinità, che decoravano le chiavi d’arco del primo portico dell’anfiteatro, invitano ad entrare nella seconda sala dove, in una suggestiva ricostruzione d’ambiente sono esposti i bassorilievi marmorei che ornavano la cavea (vomitoria) riproducendo momenti della costruzione dell’anfiteatro, episodi mitologici e scene di caccia che alludono alle venationes rappresentate nell’arena. In occasione della riapertura del Museo dei Gladiatori sarà presentato il virtual tour del sito e dell’Anfiteatro e un audio-racconto per i più piccoli, dedicato all’alimentazione dei gladiatori. Insieme alla direttrice del sito Ida Gennarelli, e allo staff del museo saranno le istituzioni il Consorzio Arte’m, Amico Bio, Le Nuvole e le numerose associazioni che condividono i progetti di
inclusione e di valorizzazione dell’antica Capua e della Via Appia con il progetto “Appia Felix” in una
prospettiva di rete culturale sempre più ampia, basata su un dialogo concreto con e per la collettività

Manda un messaggio WhatsApp
Invia WhatsApp