Crea sito

Infermiera violentata: Castiello: che dicono Bellanova e Lamorgese?

(ilMezzogiorno) NAPOLI “Mi chiedo cosa stiano pensando i ministri Bellanova e Lamorgese, donne come me, sulla violenza sessuale subita a Napoli, domenica scorsa, da una infermiera 45enne per mano di un senegalese irregolare in pieno giorno e a pochi metri dalla stazione centrale. Il racconto della donna è agghiacciante e, a leggerlo, si coglie il rabbrividente contrasto tra la solidarietà negatale da una passante donna, che ha omesso di intervenire, e quella invece attenta e prolungata e subito accordatale dalla dirigente delle volanti della Questura di Napoli cui va il mio ringraziamento e plauso per la professionalità dimostrata. Dico questo perché, in queste ore, sembra di riassistere a film già visti in cui, a pagare prezzi altissimi, sono ancora una volta le donne. Uno sconcio che dovrebbe indurre Bellanova e Lamorgese a ben altri impegni e riflessioni che non quello di concentrarsi sull’assurda sanatoria di 600mila clandestini alla cui ‘categoria’ appartiene il violentatore di Napoli. Le nostre città non sono più sicure e le forze dell’ordine, costantemente disincentivate dal governo, sono in grande difficoltà. Lamorgese e Bellanova facciano qualcosa per garantire sicurezza perché, quando questa manca, le prime ad essere esposte sono le donne”.mLo dichiara la deputata campana della Lega, Pina Castiello.

Manda un messaggio WhatsApp
Invia WhatsApp