Crea sito

Teano/Sparanise. Il Foscolo distribuisce tablet e computer per la didattica a distanza

(IlMezzogiorno) TEANO/SPARANISE Al tempo del Coronavirus e nell’epoca del lockdown, non tutti gli studenti hanno la possibilità di collegarsi ad internet per frequentare le lezioni a distanza. Quella della didattica a distanza, nell’era dell’informatica, dei tablet e degli smartphone, sembrava alla portata di tutti, ma poi si scopre che non è così: vi sono famiglie che non possiedono nessun computer e che hanno pochi giga per il cellulare dei figli. Altro che piattaforme informatiche e lezioni in videoconferenza!: non riescono nemmeno a collegarsi ad internet. Ecco allora che la scuola, ancora una volta, viene incontro alle esigenze degli alunni e delle loro famiglie. Il Foscolo di Teano e Sparanise fa il miracolo, azzera le distanze e le disuguaglianze, e consegna decine di tablet e computer in comodato d’uso alle famiglie che ne fanno richiesta. L’iniziativa è del preside Paolo Mesolella, che, dietro suggerimento del Ministero, ha voluto che tutti gli studenti, (anche quelli speciali), avessero il loro computer e potessero collegarsi in videoconferenza con tutti i docenti della classe per seguire le lezioni. Un altro passo avanti dopo l’avvio della piattaforma Google suite, di classe room e di Meet e la creazione di mille classi virtuali per tutte le materie: una classe per ogni materia, dodici “classi-materia” per ogni classe virtuale di studenti. Spiega il preside Mesolella:” Abbiamo avuto molte richieste da parte di alunni e genitori che si trovavano nell’impossibilità di seguire le lezioni a distanza, avviate nel mese di marzo dalla scuola. I fondi accreditati dal ministero non bastavano per soddisfare tutte le necessità ed allora abbiamo deciso di prendere i computer dei laboratori mobili ed i Tablet dei docenti per consegnarli agli studenti allo scopo di farli partecipare, come gli altri, alla didattica a distanza. La scuola non deve lasciare indietro nessuno e nemmeno la nostra poteva farlo. Così, dal primo aprile scorso, tutti i mercoledì ed anche il sabato, sono stati consegnati computer e tablet ai genitori, con contratti di comodato d’uso gratuito che permettono ai loro figli di partecipare alle lezioni a distanza ma anche di non rimanere soli in questo difficile momento che ci tiene chiusi in casa. Nei prossimi giorni, con i soldi dal ministero compreremo altri ausili per la didattica a distanza affinché anche l’ultimo studente possa rientrare in classe (virtuale) tutte le mattine.

Manda un messaggio WhatsApp
Invia WhatsApp