Crea sito

I numeri dell’aborto.

( di Matteo Fraioli | CitizenGo) Secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ogni anno vengono praticati dai 40 ai 56 milioni di aborti. 153.425 al giorno. 6.393 all’ora.
Da quando hai iniziato a leggere, si sono verificati all’incirca 107 aborti. 107 al minuto.
107 esseri umani come me e come te, solo che più piccoli e indifesi. Noi sappiamo che non stiamo parlando di statistiche. Sono persone… persone che avrebbero potuto chiamarsi Davide, Emma, Olivia, Matteo, Guglielmo, Sofia, Giulia, Elisabetta…L’aborto è la morte violenta e cruenta di un essere umano. Non possiamo dimenticarcelo. Non possiamo semplicemente anestetizzarci al dolore ed abituarci a non fare nulla di fronte a tutto ciò.
Dobbiamo agire. Perché questi bambini ( Michele, Marta, Giuseppe) muoiono prima che possano nascere. Hanno bisogno di qualcuno che li difenda. Hanno bisogno di qualcuno ce agisca per loro… hanno bisogno di noi.
Dobbiamo essere la voce di coloro che non ne hanno ancora una! Nei prossimi giorni e nelle prossime settimane, CitizenGO parteciperà attivamente a marce, dimostrazioni e manifestazioni per difendere la vita. Cittadini attivi di CitizenGO stanno organizzando questi eventi in Italia, Canada, Inghilterra, Perù, Colombia, Argentina, Slovacchia… in tutto il mondo, ovunque sia necessario. Ma abbiamo bisogno di abbastanza risorse per porre in atto tutto ciò.

Il prossimo mese, dal 2 al 20 di Marzo, parteciperemo alla Conferenza sulle Donne delle Nazioni Unite (CSW64 / Beijing +25) a New York, dove sappiamo bene che le lobby a favore dell’aborto cercheranno (ancora) di usare le Nazioni Unite per imporre l’aborto in tutto il mondo. Siamo in stretto contatto con i rappresentanti di alcuni paesi pro-vita per promuovere pressioni su alcuni diplomatici per contrastare le lobby nemiche della vita. Stiamo anche pianificando azioni efficaci e d’impatto da effettuare nei pressi della Sede Centrale delle Nazioni Unite.
Negli Stati Uniti stiamo portando avanti una campagna per sostenere un disegno di legge a sostegno della personalità legale del bambino ancora non nato nel Sud Carolina e un disegno di legge che possa bandire l’aborto per i bambini a cui viene diagnosticata la Sindrome di Down in Pennsylvania. Siamo stati anche in stretto contatto con i legislatori che hanno tagliato i finanziamenti alla Planned Parenthood una volta per tutte (siamo così vicini al nostro scopo che non possiamo diminuire la pressione!). Stiamo anche provvedendo ad un sostegno per le nostre controparti canadesi che sono occupate nell’assemblare materiali, cartelli e magliette per la loro Marcia Per la Vita che si terrà ad Ottawa. Speriamo in una grande partecipazione da parte dei cittadini attivi canadesi di CitizenGO!
Dobbiamo fermare questo silenzioso e tremendo fenomeno di massa che è l’aborto.
L’aborto è la morte crudele e violenta di un essere umano. Noi di CitizenGO sentiamo nostra la missione di difendere la vita, dal concepimento fino alla morte naturale. Questo è il motivo per cui vogliamo realizzare campagne e dimostrazioni nei luoghi che ti abbiamo menzionato in precedenza, per massimizzare l’effetto delle campagne di lobbying a favore della vita nei parlamenti, per continuare a confrontarci con legislatori e capi di stato e per creare uno stabile fronte di difesa per la vita dinanzi agli organismi internazionali come le Nazioni Unite, Unione Europea, l’Organizzazione degli Stati Americani, l’Unione Africana e l’Organizzazione Mondiale della Sanità.
Dobbiamo essere presenti, per dare voce a coloro che non ne hanno una, nelle riunioni, nei palazzi e nelle commissioni… nei centri di potere in cui vengono prese le decisioni cruciali, dove le leggi vengono approvate assieme ai finanziamenti che possono significare vita o morte per Lucia, Daniele, Alessandro, Maria…
Dobbiamo essere presenti lì per difendere il diritto alla vita dal suo concepimento. Speriamo che un giorno l’aborto possa diventare solamente un ricordo, un’ombra del passato della storia degli uomini. Compiamo il nostro lavoro sotto la luce di questa speranza. Insieme a te, insieme a coloro che condividono una fede e assieme a coloro che vivono semplicemente la propria vita come uomini e donne di buona volontà, riconoscendo il valore inalienabile della vita, vogliamo essere un faro di civiltà affinché questa nostra speranza possa realizzarsi in un futuro concreto.