Crea sito

Teano. il Prof. Giulio Ferrara diventa Diacono

(di Paolo Mesolella) La storia di Giulio è una storia delicata come lo è quella di ogni vocazione religiosa. Chi non crede in Dio non dà importanza alle sue chiamate, ma queste rappresentano comunque una testimonianza forte, soprattutto oggi. Un giovane che veste l’abito talare e diventa diacono e poi prete, non è cosa di tutti i giorni e poi non è facile diventare prete di questi tempi. La storia di Giulio Ferrara inizia una trentina d’anni fa. Si diploma ragioniere, ma all’università preferisce il seminario, a Scienze Bancarie preferisce la vita consacrata e celebrare la sua professione religiosa nella Diocesi di Calvi e Teano. Dopo il diploma, nel luglio 2011 inizia a lavorare presso le Poste a Roma. L’anno dopo è a Brescia. Intanto è volontario europeo nel cammino di Santiago a Castrojeriz Castilla y Leon in Spagna. Poi arriva la vocazione al sacerdozio. Entra in seminario a Teano e poi nel seminario maggiore a Napoli finché diventa docente di Religione Cattolica presso il Liceo Scientifico al Foscolo di Teano. Venerdì 27 dicembre prossimo sarà consacrato diacono dal Vescovo mons. Giacomo Cirulli nella splendida cattedrale di San Paride a Teano, in occasione del secondo anniversario del suo ingresso come pastore e guida della Diocesi di Teano e Calvi. Tutta la Diocesi, la scuola, l’oratorio, la comunità sidicina e quella calena, dove pure ha svolto per anni la funzione di educatore, gli sono vicine in questa importante occasione. Giulio è un giovane che nessuno avrebbe mai immaginato che fosse diventato diacono e poi prete. Un bel ragazzo, estroverso, con buoni sentimenti e, soprattutto, simpatico. Ora le comunità di Teano e Calvi sono in festa; per lui tutta Teano ha organizzato una grande festa perché un sacerdote è una benedizione per il paese. Alla vigilia dell’ordinazione diaconale, ringraziamo Dio per la sua scelta: è partito dal seminario maggiore di Napoli per arrivare nella diocesi di Teano, non senza fatiche, non senza difficoltà. Ma a piccoli passi, con costanza, è arrivato alla meta.