Crea sito

Salerno. Al via gli stati generali della Letteratura del Sud

(ilMezzogiorno) SALERNO Al via la quarta edizione degli Stati Generali di Salerno Letteratura (21-23 novembre, Cava, Salerno, Potenza). “Ricostruzione” è il tema scelto, già a margine dell’edizione 2019 del festival, dal compianto direttore artistico Francesco Durante. La sua eredità di pensiero è stata raccolta dal direttore organizzativo Ines Mainieri e da Gennaro Carillo, ordinario di Storia del pensiero politico al Suor Orsola Benincasa e alla Federico II, nonché curatore del progetto, che hanno voluto rendere concreto quel sogno, progettando tre giorni di incontri, spettacoli, seminari, all’insegna della cultura e delle contaminazioni. IL PROGRAMMA. Si parte domani, 21 novembre (ore 17) a Cava de’ Tirreni, dove, presso il complesso monumentale del Monastero di San Giovanni, Matteo Palumbo terrà una lezione su “Leopardi, la ginestra e il canto delle rovine”. Alle 18 Piero Sorrentino presenterà il nuovo libro di Silvia Balestra “La nuova stagione” (Bompiani). Il libro parla di radici, sradicamenti e della possibilità di prendersi cura dei luoghi quando si presentano, come dopo una catastrofe naturale, in tutta la loro vulnerabilità. E’ allora che si risveglia la passione per l’origine e che torna a farsi sentire il legame con la terra madre. Alle 19 Gennaro Carillo dialogherà con Giorgio Vasta sul tema degli “Stati in luogo”. Quanto si perde di un luogo quando lo si racconta? E può essere tradotto in forma di parola? Vasta è autore de “Il tempo materiale” (Minimum Fax), “Spaesamento” (Laterza), “Absolutely Nothingh. Storie e sparizioni nei deserti americani” (Quodlibet). La serata si chiude alle 21 con l’intervista-spettacolo di Enzo Moscato, “Sottoscossa”, un focus su quei ritornanti che l’artista non ha mai abbandonato e che affondano le proprie radici proprio nel periodo del sisma. L’incontro sarà l’occasione per raccontare la temperie di quegli esordi e riprendere per prelievi e campionature i testi di quelle origini. A Potenza (ore 18, Palazzo della Cultura), Angelo Masi, Paolo Albano e Pino Brindisi discuteranno di “Ricostruire la memoria di un territorio”.