Crea sito

Natura. La Masseria di Sessa una realtà nel territorio aurunco.

(di Mauro Lucio Novelli). Siamo nel comune di Sessa Aurunca in via Raccomandata qui troviamo la Masseria fattoria appena inaugurata il 5 maggio dove ha visto la partecipazione di numerose scolaresche. Appena superato il ponte di accesso alla Masseria di Sessa, ci s’incammina verso la serra, un’area di circa 200 metri quadri dedita alla riproduzione e conservazione delle produzioni vegetali totalmente prodotti da auto semina (semi conservati in azienda) e che rappresentano gli alimenti base per gli allevamenti zootecnici e le materie prime per la cucina. La concimazione avviene per mezzo di un compost ottenuto dagli scarti vegetali agricoli. Procedendo con piacere accarezzati dal vento primaverile, si prosegue alla scoperta di una vasta area (5000 mq circa) dedicata esclusivamente all’allevamento di conigli allo stato brado, dove sono liberi di muoversi, brucare erba, scavare tane naturali. S’individuano sei zone per lo sviluppo delle varie fasi produttive: dai recinti per la produzione alle zone interessate all’ingrasso. Avanzando sulla strada di collina s’individua l’ambiente, dove pascolano le pecore di razza Texel. Una razza pregiata per la produzione di carne apprezzata e lana di ottima fattura. Alquanto importante è il locale per la riproduzione degli avicoli. Qui le uova fecondate da anatre e galline sono incubate fino allo schiudimento e i pulcini sono trasferiti per i primi venti giorni in gabbie attrezzate per lo svezzamento. Bisogna rilevare che sono considerevoli anche i laboratori di macellazione e il frantoio dove avviene la trasformazione dei prodotti allevati e coltivati biologicamente. Nella Masseria c’è una macelleria fornita per la macellazione di carni bianche e rosse. Celle/frigo e armadi di stagionatura originano carni fresche e salumi stagionati. Nel frantoio, le olive, raccolte a mano e molite all’istante, sono lavate tramite un frangitore a coltelli. Si passa, poi alla grammatura. A fine processo, l’olio estratto è immediatamente filtrato e stoccato in contenitori d’acciaio inox posti in una cella a temperatura controllata per un’ottima conservazione dell’olio. Fiore all’occhiello di questa masseria è la sala riunioni. E’ una sala multifunzionale adatta per convegni, incontri formativi e feste. Prima di terminare questo excursus all’interno della “ masseria Sessa” scopriamo la bella piscina , il ristorante alquanto caratteristico e il museo contadino nel chiostro all’interno della sala ristorante, per un sapere contadino di una volta. Non abbiamo certamente dimenticato la “ cantina “ dove un ottimo Falernum e una squisita Falanghina deliziano il palato degli intenditori ma anche degli amanti del buon vino della “ Terra Aurunca”. Sembra finito l’itinerario ma ecco che dietro il recinto lungo il percorso che porta all’uscita, c’è il recinto degli avicoli, una zona dedicata all’allevamento di anatre con un laghetto artificiale, senza escludere l’allevamento di polli e di galline ovaiole. L’intera giornata ha visto come protagonisti dell’ informazione una preparata equipe di Radio Kiss Kiss che oltre a mettere al corrente i radioascoltatori di questo importante evento ha intrattenuto i visitatori con tanta buona musica

Manda un messaggio WhatsApp
Invia WhatsApp