Crea sito

L’addio di Radio Italia a Fausto Mesolella

(ilMezzogiorno) CASERTA I ricordi di Sangiorgi, Mannoia, Nannini, Nada, Turci, Noemi, Ruggeri, Raf, Bersani …La morte del chitarrista degli Avion Travel commuove la musica italiana. La scomparsa di Fausto Mesolella, chitarrista, musicista e storico membro della Piccola Orchestra Avion Travel, commuove il mondo della musica. Giuliano Sangiorgi, Fiorella Mannoia, Gianna Nannini, Paola Turci, Noemi, Enrico Ruggeri, Ferruccio Spinetti e Nada sono tra gli artisti che lo hanno ricordato. Mesolella, nato a Caserta il 17 febbraio 1953 e morto ieri a 64 anni per un infarto, ha messo la sua chitarra al servizio dei cantanti italiani, suonando con molti di loro. Insieme agli Avion Travel, guidati da Peppe Servillo, ha vinto il Festival di Sanremo nel 2000 con la canzone “Sentimento”. Giuliano Sangiorgi dei Negramaro ha omaggiato Mesolella in un video in cui canta chitarra e voce “Aria di te” degli Avion Travel, corredato dalla didascalia: “Aria di te… in questa notte e per sempre…”. Fiorella Mannoia ha provato “un grande dispiacere” per la morte del chitarrista, mentre Gianna Nannini ha dichiarato: “È morto Fausto Mesolella degli Avion Travel un grande, unico musicista. Abbiamo fatto tante cose sentite insieme. Mi unisco al dolore di chi lo ha amato e conosciuto come me. Ciao Fausto resti sempre nel mio cuore”. Ferruccio Spinetti, il contrabbassista degli Avion Travel, ha ricordato l’amico così: “Le parole non servono o per meglio dire non le trovo. Spesso in Italia bisogna morire per essere valorizzati o scoperti. Non è quello che è successo a Fausto Mesolella. Era considerato da tutti, colleghi, giornalisti, ecc. un innovatore, un compositore unico, un talento unico”. Nada è tra gli artisti che hanno condiviso più volte il palco con Mesolella: “Mi rimane difficile pensare che Fausto non c’è più dopo 25 anni di concerti e di vita insieme. Per me ci sarai sempre, non ti dimenticherò mai”. Paola Turci lo ha definito “Uno dei chitarristi che ho amato di più” e ha aggiunto: “È una perdita enorme. Un abbraccio di affetto a Elisabetta e Gaia”. Noemi ha salutato Fausto dicendo che “è stato splendido” conoscerlo mentre Enrico Ruggeri ha affermato: “Spero ci sia ancora modo di fare musica con te. Siamo stati felici assieme tante volte. Mi hai spezzato il cuore più volte, ma mai così”. Raf ha sottolineato “La fantastica poesia di un uomo e la sua chitarra….”, diffondendo una foto che li ritrae insieme sul palco. Mario Venuti ha dichiarato: “Ciao Fausto, non sei stato ‘soltanto’ un chitarrista ma un artista e una mente originale. Penso alle tante avventure che gli Avion hanno condiviso coi Denovo e altro ancora dopo. La tua chitarra, l’insanguinata, come era stata battezzata, non posso credere che adesso rimarrà muta. R.I.P”. Samuele Bersani‏ lo ha salutato così: “Non conosco parole e non trovo ragioni per illudere la tristezza quando scopro di aver perso un amico. #FaustoMesolella tu mi manchi già”. Il chitarrista è stato ricordato anche da artisti come Daniele Silvestri, Rita Pavone, Giulia Luzi, Paolo Simoni, Simone Cristicchi e Paolo Belli.

L’ultimo album da solista del musicista è “CantoStefano – Fausto Mesolella canta Stefano Benni”, in cui ha arrangiato e inciso le poesie dello scrittore italiano, tra cui “Tulipani” e “Quello che non voglio”, il testo che Benni scrisse pensando aFabrizio De André. Fausto ha anche collaborato con Raiz nel progetto “Dago Red”.

Manda un messaggio WhatsApp
Invia WhatsApp