Crea sito

Il seppellimento dei bambini abortiti è un atto di dignità

(da Flora Bresciani) Caro Direttore, il seppellimento dei Bambini abortiti nei cimiteri è un atto importante per dare loro dignità almeno nella morte, quella dignità che con una legge dello stato e quindi con la nostra complicità gli abbiamo tolto in Vita!  Inoltre e’ importante anche a livello educativo e di formazione delle coscienze per il fatto stesso che se si seppellisce nei cimiteri qualcosa è perchè quella cosa era un essere umano ed era viva. Non dimentichiamoci inoltre che seppellire i morti  e’ una delle 7 opere di Misericordia Corporale che rende onore ai figli di Dio, tempi dello spirito. Per chi non lo sapesse dal 2007 in Lombardia i bambini abortiti devono per legge essere seppelliti mentre nel resto d”Italia a meno che non esistano convenzioni tra Ospedali ed Associazioni quali “Difendere la Vita con Maria” di Don MauriziobGagliardini i bambini abortiti vengono inceneriti.
In questo articolo hanno intervistato anche me in quanto da anni la mia Associazione si impegna tra le altre cose,  anche a vigilare su come vengono trattati i nostri fratellini dopo essere stati abortiti.
Il video che ho girato al cimitero di Desio ( per vederlo ho messo il link in fondo) che ci è costato il non poter più sapere quando in questo Ospedale si effettuano i seppellimenti (i bambini vengono interrati dentro i sacchetti dell’immondizia, se non addirittura con l’intero contenitore dei rifiuti speciali come nella foto dove Don Adelio li sta’ benedicendo), dimostra come in molti cimiteri della Lombardia si seppelliscano in modo indegno e nel nascondimento i concepiti nostri fratelli, d’altronde la prima cosa che un assassino fa dopo aver commesso un delitto non è forse nascondere il cadavere?
Restiamo umani cari amici, dobbiamo sentire su di noi il dolore di ciò che viene fatto ai nostri fratellini più piccoli e indifesi con l’aborto e attivarsi affinchè cessi questa strage degli innocenti nei nostri Ospedali, questo genocidio di stato, ricordiamoci che qualcuno un giorno ci chiederà conto di loro, e noi cosa gli risponderemo?
Manda un messaggio WhatsApp
Invia WhatsApp