Crea sito

TEANO. AL FOSCOLO UN CONVEGNO SULLE MADRI COSTITUENTI

(Paolo Mesolella) TEANO Giovedì 9 marzo prossimo, alle ore 11.30 anche al Foscolo di Teano, in occasione della “Giornata internazionale della donna”, vi sarà un incontro in aula magna avente come tema il “Diritto al voto delle donne e le Madri della Costituzione”. L’incontro, curato dalle professoresse Maria Teresa Marrese e Carla D’Anna, avrà lo scopo di ricordare ai giovani studenti che le donne italiane ebbero il diritto di voto solo nel 1946 e che, grazie ad esso, cinque donne entrarono a far parte della Commissione dei 75 incaricata di scrivere la nostra Costituzione. Settant’anni fa quindi, nel 1946 le donne italiane esercitarono il diritto di voto e in Duemila furono elette nei Consigli comunali e in ventuno entrarono nell’Assemblea costituente. Tina Anselmi, primo ministro donna del nostro Paese, ricorda così quel giorno. Era il 2 giugno 1946. le italiane, fin dalle prime elezioni, parteciparono in numero maggiore degli uomini e delle 21 che entrarono nella Costituente, nove furono della Democrazia Cristiana, nove del Partito comunista, due del Partito socialista di Unità proletaria e una dell’Uomo Qualunque.Cinque di loro ebbero anche l’onore di far parte della commissione dei 75 incaricata di elaborare la Costituzione repubblicana. Maria Federici, Angela Gotelli, Tina Merlin, Teresa Noce, e Nilde Jotti. Proprio lei, trent’anni più tardi, fu eletta presidente della Camera. La prima donna a rivestire una delle cinque cariche più alte dello Stato. Nel 2013 le donne elette in Parlamento occupano il 31 per cento dei seggi Alcuni dati sono evidenti. Se in Italia il 74 per cento degli uomini lavora, per le donne la percentuale di abbassa al 51 per cento. Ma l’elemento chiave è la disparità salariale:una italiana in media guadagna 0,47 centesimi per ogni euro guadagnato da un uomo.

Manda un messaggio WhatsApp
Invia WhatsApp