Crea sito

LL MOVIMENTO 5 STELLE DIFFONDE L’IDEOLOGIA GENDE

(Gianluca Martone) Continuiamo l’analisi del Movimento Cinque Stelle, iniziata in un precedente articolo pubblicato nei giorni scorsi. Il “Movimento cinque stelle” è un progetto politico ideato, organizzato e realizzato da Gianroberto Casaleggio.Casaleggio è un esperto di tecnologia della rete internet e delle sue applicazioni in campo sociale e politico. Nei primi anni 2000 Casaleggio propone a Grillo di aprire un blog. Costo 250 milioni di lire. Grillo in un primo momento si rifiuta perché pensa sia troppo costoso. Casaleggio però riuscirà a convincerlo dicendogli che si riprenderà tutti i soldi vendendo sul blog i dvd dei suoi spettacoli.

Non è Grillo a cercare Casaleggio, ma Casaleggio a cercare Grillo. Puntare su Beppe Grillo per realizzare il progetto politico del M5S, non è stata una scelta casuale da parte di Casaleggio. Grillo è un personaggio che ha orbitato nel mondo della politica da sempre, poiché faceva satira e in quella veste doveva colpire i politici.Godeva di forte popolarità nonostante non apparisse in tv da parecchio tempo. Quando faceva uno spettacolo il sold out era assicurato e riempiva gli stadi quasi come una rock star. Sin dai primi post di apertura del blog il richiamo alla politica è stato forte. I temi trattati nel blog erano pienamente condivisibili da tutti e lungimiranti sugli esiti di determinati fatti di cronaca tipo i Bond Parmalat e il caso Telecom, per cui il successo dei messaggi lanciati in quel canale raccoglieva consensi giorno dopo giorno, arrivando ben presto ad essere considerato una vera e propria fonte da cui trarre informazioni. Giovanni Sandi – titolare del sito signoraggio.net – pensonato che percepisce 290.00 € al mese, sfida da anni Grillo a denunciarlo. Sandi afferma di aver visto Beppe Grillo sbarcare dal panfilo Britannia e farsi intervistare da Enrico Mentana (quest’ultimo divenuto “l’Emilio Fede di Grillo”), Emma Bonino (negli anni 90…) affermo’ di sapere che Grillo fosse abordo del panfilo, ma di non sapere a titolo di cosa. Beppe Grillo smenti’ indicando che il “Grillo” presente sul panfilo fosse il senatore Grillo che invece era assente. Ma nessuno denuncia Sandi, forse per timore che questo penoso evento finisca su giornali di importanza nazionale? (video Beppe Grillo sul Britannia https://www.youtube.com/watch?time_continue=213&v=69TG4vR1HJI la professoressa di geografia generale ed economica Giovanna Maddalena Sisto affermaIn ITALIA hanno sempre avuto successo le operazioni di marketing per LAVARE I CERVELLI. La più riuscita è senza dubbio quella di CASALEGGIO-SASSOON-ROTHSCHILD, operanti già dagli ultimi anni ’80, quando hanno condotto per opera della CIA la operazione MANIPULITE, che ha eliminato la CLASSE POLITICA che mai avrebbe ceduto le SOVRANITA’ NAZIONALI, già minate dagli esiti della seconda guerra  MONDIALE. MAASTRICHT, che CRAXI non avrebbe firmato, ha ridotto l’ITALIA a pura COLONIA, e la sua MAGISTRATURA a cane da guardia della FINANZA, dopo il sacrificio di FALCONE e BORSELLINO, che su quella indagavano. Ma vediamo di conoscere meglio il capo, anzi il guru del movimento Gianroberto Casaleggio e i suoi rapporti con la massoneria. Particolarmente interessanti sono i rapporti di Casaleggio con Giuliano Di Bernardo, già gran maestro del Grande oriente d’Italia e fondatore della Gran loggia regolare, massima autorità sulla e nella massoneria italiana.  Di Bernardo sottolinea il comune sentire che lo lega a Casaleggio: «La sua visione e la mia sono molto simili» dice Di Bernardo. «Entrambi riteniamo che nel futuro dell’umanità scompariranno le differenziazioni ideologiche, religiose e politiche. Per me a governare sarà una comunione di illuminati, presieduta dal “tiranno illuminato”, per Casaleggio a condurre l’umanità sarà la rete». (Intervista rilasciata da Giuliano di Bernardo a Panorama del 27 marzo 2013)

Come qualsiasi setta che si rispetti il movimento 5 stelle, ha un orientamento spirituale ed una dottrina ben precisi, eccoci arrivati alla parte spirituale-esoterica del M5S. Alla base del pensiero di Casaleggio, lo si capisce dai suoi video e dai suoi scritti, c’è un pensiero di natura esoterica, non nuovo, anzi con radici che affondano in certe società segrete o in certe élite massoniche o gnostiche dell’Ottocento, contaminate successivamente dal culto della tecnocrazia o della scienza:l’idea dei nuovi sapienti-tecnocrati che devono sostituire i politici. Casaleggio e’ un fervente ammiratore del mago Georges Gurdjieff, Saint-Simon e Alexandre Saint-Yves d’Alveydre: un esoterista a cavallo dei due secoli scorsi, tra i primi a elaborare in chiave esoterica l’idea di tecnocrazia”. L’idea “esoterica” di un mondo in cui la vera conoscenza – o la linea politica – è un patrimonio di pochi, di un capo carismatico. Gli altri devono solo adeguarsi, e guai a tutto ciò che li contamina”. Poi, il contenuto concreto può variare: dalle antiche sofìe si è passati all’idea della Scienza, per Hitler fu la scienza della razza. Ma anche per Marx, in fondo, l’economia ha la stessa funzione salvifica. Per Grillo ora la chiave di tutto è Internet, la rete, la scelta diretta”. La differenza è che quei gruppi erano élite ristrette, “poi il ‘900 ha visto la formazione di movimenti esoterici di massa, in cui il ‘sapere’ è sminuzzato – Per tutti i movimenti di quel tipo, la democrazia è un sistema corrotto che dà il potere o ai più ricchi o ai farabutti: è esattamente il pensiero di Grillo. Perciò è meglio che il potere lo abbiano pochi ‘illuminati’”. (Massimo Introvigne)http://www.cesnur.org/2012/mi20121108g.htm Nel sito ufficiale della Casaleggio Associati(www.casaleggio.it) è pubblicato nella home page un video molto indicativo e allo stesso tempo inquietante: “PROMETEUS: IL FUTURO DEI MEDIA” (www.casaleggioassociati.it/thefutureofmedia). Video da non perdere assolutamente! Si tratta della visione futurista che i soci fondatori della Casaleggio hanno a livello di Media. Guarda video Prometeushttps://www.youtube.com/watch?v=HsJLRX-nK4w&hl=it&gl=IT. Se all’inizio del video viene proclamato il luciferiano motto “l’uomo è dio”, alla fine viene, senza un apparente motivo logico, chiuso il filmato con il simbolo esoterico dell’occhio nel  triangolo fiammeggiante. Che sta a significare appunto il risveglio esoterico della “riscoperta” nel proprio intimo spirituale della scintilla divina, non tanto dell’essere a immagine e somiglianza di Dio, creature, ma piuttosto noi stessi come dei, parti del dio assoluto. Per meglio sviluppare questo risveglio occorrerà pertanto indebolire gli elementi che lo ostacolano, e quindi le strutture sociali e religiose che bloccano la conoscenza del sé spirituale. E non si può prescindere, quindi dalla Chiesa Cattolica, il nemico numero uno di esoteristi e settari di ogni risma. In quest’ottica si pone l’ecclesiologia di Beppe Grillo. Casaleggio getta la maschera: lavora per la grande finanza  I dubbi sono caduti e si sono trasformati in certezze dopo l’ultima intervista di Roberto Casaleggio  al Fatto Quotidiano. Dopo aver risposto alla domanda  postagli sull’uscita dell’euro con il solito modo ambiguo, affermando che l’Italia deve ricevere “garanzie” dall’Europa e che il problema non è l’euro ma il modo in cui viene gestito e che il vero problema dell’Italia è il debito pubblico (sic) che non diminuisce. A successiva domanda del giornalista: “Chi se la prende con l’euro dice che la crisi italiana non dipende da corruzione, burocrazia, sprechi, evasione fiscale…”Risponde Casaleggio : “L’euro e l’Europa non devono essere un alibi. Noi abbiamo oggi 800 miliardi di spesa. Di questi, 100 sono tasse sul debito. Degli altri 700, possiamo tagliarne 200. Io discuterò con l’Europa sulla gestione, ma non per questo sono esonerato dal fare pulizia a casa mia”. Quindi  con questa inequivocabile risposta Casaleggio getta la maschera e si schiera dalla stessa parte della troika di Bruxelles e Francoforte e di quanto questa sostiene: il problema dell’Italia secondo lui è l’eccesso di spesa pubblica ed il debito,  nessuna parola sul fatto che il debito si stato creato artificialmente dal cartello bancario sovranazionale dal momento del divorzio della Banca d’Italia dal Tesoro (1981) voluto da Andreatta e Ciampi, con l’effetto di far schizzare verso l’alto i tassi d’interesse sul debito che fino a quel momento corrispondevano a circa il 60% del PIL. Di conseguenza Casaleggio ed il suo movimento  avallano sostanzialmente la stessa posizione di Napolitano, di Monti, di Letta, di Draghi e della Merkel secondo i quali  la soluzione in Italia sia il taglio della spesa pubblica e le privatizzazioni del patrimonio dello Stato.

Neanche una parola poi sul fatto, oggettivamente provato, che l’euro è stato creato dalle centrali di potere finanziarie per  esautorare la sovranità degli Stati europei ed assoggettare questi  ad organi non rappresentativi, non controllati  ed oligarchici costituiti dalla Commissione Europea e dal Consiglio Europeo che emanano le loro direttive sulla testa dei popoli. Tanto meno Casaleggio rileva il completo dominio della finanza sulla politica che si attua mediante la subordinazione degli Stati e dei Parlamenti ai voleri delle centrali finanziarie e della BCE in violazione dei principi base della stessa Costituzione (art. 42 e 43). Per Casaleggio, Grillo ed il Movimento 5 Stelle il problema sta tutto nella casta politica, nella partitocrazia corrotta, nella  rapporti Stato- mafia, nei finanziamenti pubblici ai partiti, nei rapporti di affari dei partiti, negli inceneritori, ecc..  Neanche una parola sul tema della sovranità. Per Casaleggio e Grillo non esiste quindi una mafia dei poteri finanziari (ben più potente delle mafie locali) che hanno soggiogato l’Europa, non sono rilevanti le centinaia di miliardi sottratti all’Italia dal sistema dell’usura del cartello bancario sovranazionale dominato dai Rotschild. A questo punto possiamo affermare con certezza, al di là delle posizioni apprezzabili mantenute da qualche esponente dei 5 stelle in varie occasioni, il movimento 5 Stelle è utilizzato come un falso veicolo di contestazione che vuole portare la protesta delle masse di italiani scontenti su binari innocui per il vero potere: la contestazione alla casta politica (già screditata)  ed al sistema dei partiti senza toccare gli interessi delle centrali finanziarie sovranazionali. Meccanismo capito molto bene anche dall’ex paninaro Jovanotti, oggi prestatosi all’evangelizzazione mondialista piu’ aggressiva  affermando: ” I POLITICI NON SERVONO, LE SCELTE NON LE FA LA POLITICA” (intervento shock all’universita’ di Firenzehttps://www.youtube.com/watch?v=0Ln5zPz8e3w) L’ azienda di Casaleggio “Casaleggio Associati” è l’azienda che ha ideato e gestisce, insieme a Beppe Grillo, il Movimento 5 Stelle.  La Casaleggio Associati sfoggia come un trofeo le rispettive partnerships. O meglio una propria particolare partnership. Si tratta dell’azienda informatica Enamics, una società targata USA, fondata nel 1999. Leader nel BTM, ovvero nel Business Technology Management, una metodologia che consente di prendere in tempo reale decisioni atte a massimizzare il profitto di un’azienda. La Enamics si vanta e i Casaleggio citano con disinvoltura questa medaglia, di avere fra i propri clienti, al quale hanno fornito il loro BTM, addirittura  la JP Morgan. Una delle banche finanziarie più potenti del mondo: ha investimenti su tutto il globo terrestre. Più di tutto: è uno dei potentati speculativi coinvolti in una mastodontica frode ai danni dello Stato italiano, o meglio dell’ignaro popolo italiano. Di che si tratta? Di circa 600 milioni di euro truffati ai contribuenti in compagnia della Lehman Brothers e della Goldman Sachs. Ma non è l’unico caso. (http://unaliraperlitalia.altervista.org/blog/2015/10/22/grillo-quello-che-non-dice-su-banche-casaleggio/). La Casaleggio Associati -oltre a Gianroberto Casaleggio- è costituita da altre 4 persone, una delle quali un certo Enrico Sassoon. i Sassoon sono una tra le famiglie ebraiche più ricche e antiche del mondo e sono imparentate con i Rothschild. Nell’ottocento David Sassoon fondò una banca a Bombay, la David Sassoon & Co. e divenne una delle personalità più influenti in India. Grazie alla Banca d’Inghilterra dei Rothschild, ottenne il monopolio del commercio di oppio in India. In un solo anno, il 1830, vendette 18956 casse di oppio! A causa del loro commercio, i Sassoon furono i principali protagonisti di due sanguinose guerre che scoppiarono in quegli anni tra Inghilterra e Cina. (http://www.losai.eu/enrico-sassoon-il-vero-volto-del-movimento-5-stelle/) Enrico Sassoon, e’ il più importante, autorevole, carismatico e potente socio/partner della Casaleggio Associati (http://www.altrainformazione.it/wp/2013/03/01/enrico-sassoon-e-la-casaleggio-connection-fatti-che-meglio-sapere/) Enrico Sassoon mette piede nell’Ufficio Studi della Pirelli nel 1974 , “allora considerato un think tank tra i migliori d’Italia in campo economico”. Una carriera fondata all’insegna dei think tank, dove le lobby economiche incontrano il potere politico per decidere le sorti future di uno stato (o di un insieme di stati). E deve averne fatta di strada il nostro Sassoon  è diventato Board Member e Presidente del Comitato Affari Economici dell’American Chamber of Commerce in Italy, la camera di commercio americana in Italia, “un ponte qualificato tra Italia e Stati Uniti con un network di cinquecento soci che include il cuore del mondo produttivo italiano, un gruppo di aziende ad alto tasso di internazionalizzazione capace di rappresentare il 2% del PIL nazionale. Praticamente una super lobby di multinazionali, banche e grandi gruppi che unisce le forze per proteggere in maniera più efficace i propri interessi e che promuove lo sviluppo dei rapporti commerciali tra Italia e USA. Per rendere bene l’idea di quanto esteso sia questo cartello basta leggere i nomi di alcuni dei gruppi presenti in Amcham: Standard & Poor’s, Philip Morris, IBM, Microsoft, ENI, Enel, Intesa San Paolo, Sisal, Rcs Editori, Esso, Bank of America, Coca Cola, Fiat, Fincantieri, Finmeccanica, Italcementi, Jp Morgan, Pfizer,Rai, Sky, Unicredit… tutti i migliori/peggiori gruppi che hanno generato la crisi economica in cui versiamo. A questo punto le domande che sorgono sono tante: può Grillo non sapere che Sassoon siede, fianco a fianco, con Monti, Tremonti e gli altri? Può Grillo non sapere che la gestione tecnica del suo dominio è domiciliata nella sede di un’azienda legata al Gruppo Telecom, contro cui lui si è scagliato più e più volte? Perché non si affranca da questi “maledetti” personaggi, che rischiano di rovinare il lavoro sul territorio dei ragazzi del Cinquestelle? come volevasi dimostrare, dal sito della Casaleggio è sparito ogni riferimento – anche del passato – ad Enrico Sassoon e, soprattutto, sono sparite le tracce che raccontano dei suoi legami con l’Aspen Institute. Ma ecco una screenshot della scheda di Sassoon proprio dal sito della Casaleggio, che quindi non poteva non sapere di questi legami.
Qualche giorno dopo alcune inchieste Enrico Sassoon si è dimesso da ogni incarico con la Casaleggio Associati e ha rinunciato a tutte le sue quote di socio fondatore. Restano, però, tanti punti interrogativi. Pesanti come macigni.

Il  professore Francesco Miglino afferma: LE SUGGEZIONI DEL MARKETING DI CASALEGGIO QUESTO PERSONAGGIO, senza MAI nominare ed avversare i veri responsabili delle nostre afflizioni, soltanto con il sapiente utilizzo di simbologie e di parole d’ ordine che intercettano e cavalcano pregiudizi, luoghi comuni e sentimenti condivisi, inondando la rete di troll, utilizzando le piu’ spregiudicate tecniche di marketing, e’ riuscito ad intrappolare 9 milioni di voti, a creare bande di invasati che lo difendono e lo seguono acriticamente ed a controllare, con la proprietà privata del logo, gli inteventi dei parlamentari, espellendo brutalmente gli eletti che chiedono di agire in libertà UN VERO CAPOLAVORO DI SABOTAGGIO DELLA DEMOCRAZIA a cui la finanza privata nord americana deve tutto, poichè, solo grazie a questa sedazione di massa, i criminali della finanza tranquillamente ed incessantemente continuano a distruggere i nostri organi costituzionali di tutela, il nostro tessuto produttivo, ad azzerare le nostre conquiste sociali con tagli dannosi operati in nome del risparmio,  ad espropriare con tasse esose ed impagabili i beni degli italiani.Alla luce di cio’ non c’e’ da sorprenersi se Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio. Hanno partecipato alla festa del 4 Luglio al consolato americano di Milano. Sono apparsi rilassati e sorridenti e la sensazione è che, dopo le elezioni europee, i pentastellati abbiano scelto una strategia mediatica di maggiore, e più pacata, esposizione pubblica.  Le relazioni tra Grillo e gli Stati Uniti, comunque, sono note da tempo e avevano fatto notizia gli abboccamenti con l’Ambasciata americana all’indomani delle elezioni politiche del 2013, nei momenti di maggiore tensione e stallo istituzionale. Grillo e Casaleggio, con la loro partecipazione rivelano da quale parte stanno che non è quella dei popoli sottomessi e che lottano per la loro sovranità ed indipendenza  ma è quella dei vassalli del dominio degli USA e del grande capitale finanziario. Mister Grillo ci dovrebbe spiegare per quali ragioni nel 2008 ha incontrato segretamente l’ambasciatore USA, Ronald Spogli (emissario ufficiale di Bush junior) per discutere di programmi politici nello Stivale e non ha mai rivelato nulla all’opinione pubblica e perche’ custodisce gelosamente nel suo salotto una fotografia che lo ritrae avvinghiato al presidente degli Stati Uniti d’America, tale Bill Clinton, notoriamente membro e marionetta del Bilderberg Group(un Club esclusivo e segreto che ha pianificato la creazione dell’Unione europea e dell’Euro). Del resto tutti sappiamo le informazioni privilegiate di Grillo, basti pensare al crack Parmalat– notizia che diete lui in anteprima, molto prima che avvenisse-, lui si difende affermando che trasse quelle informazioni attraverso “carte pubbliche” (sic) Grillo in realta’ frequentava spesso Wall Street, molte telecamere lo hanno ripreso entrare guardacaso a Wallstreet… cosa ci faceva li? Andava a trovare i suoi amici informatori?

Da bravi servi dei poteri forti Grillo e Casaleggio non potevano fare altro che battersi in favore della lobby piu’ potente che esista oggi, la ricattatoria lobby LGBT. Il senatore di Ap Carlo Giovanardi ha ricevuto nei giorni scorsi una e-mail con minacce di morte  Il messaggio minatorio, da quanto si è appreso, è legato alla posizione del senatore sul tema delle unioni civili. Minacce di morte rivolte anche al consigliere Claudio Cia di Civica Trentina. Tra le “battaglie” che il M5S promette non poteva mancare la battaglia piu’ importante dei poteri occulti per scardinare i valori cristiani e morali: la legge sull’omofobia (attentato contro ‘articolo 21 della nostra Costituzione) e il matrimonio tra omosessuali. Il 19 settembre 2013, nel corso del dibattito alla Camera dei Deputati sul ddl di contrasto allomofobia, il Movimento 5 Stelle ha messo in atto nell’Aula di Montecitorio una protesta esponendo cartelli con la scritta “Più diritti”, “Diritto violato sull’altare dell’inciucio” e “Chi siete voi per giudicare?” Si sono visti baci gay tra i deputati grillini in aula a Montecitorio l’ultima carnevalata va proprio in questo senso: per protestare contro contro il testo sull’omofobia, hanno organizzato una sorta di gay pride sotto tono, ma comunque efficace quel tanto che basta per svilire (una volta ancora) il parlamento. In Commissione Giustizia al senato, alla prima votazione (il 26 marzo 2015) del DDL Cirinnà il testo di legge per regolamentare le unioni civili proposto dal Partito Democratico il gruppo M5S, sulla base alla votazione del 28 ottobre che si è tenuta sul portale degli iscritti, ha votato compattamente a favore del testo. Grazie all’asse M5S-PD la legge ha superato il primo vaglio della commissione Giustizia. I poteri forti sono dietro il progetto di pansessualizzazione della societa’: I movimenti omosessuali sono stati fondati e diretti da ebrei : l’ebreo Magnus Hirscheld fondatore del movimento europeo di liberazione dei movimento omosessuale, l’ebreo Aldo Mieli che porto’ il movimento omosessuale in Italia, il transessuale ebreo Mario Mieli che fu esponente di spicco del movimento omosessuale italiano, l’ebrea Marta Levi che ha patrocinato diversi gaypride ed e’ in prima linea nella diffusione della pratica omosessuale in Italia.  L’attivismo gay è un burattino nelle mani delle lobby ebraiche e dei massoni. La formula è matematica; più potenti sono le lobby ebraiche e massoniche, più forte è la lobby gay, e la promozione della bisessualità, dell’ideologia femminista, dell’aborto, dell’immigrazione e così via. In altre parole, vi è un attacco di vastissima portata alla salute delle società e alla loro coesione. E’ davvero una guerra contro la civiltà e contro le religioni. La religione (e la spiritualità) sono un ostacolo naturale al Nuovo Ordine Mondiale. L’attivismo LGBT, soprattutto di sinistra, fa parte di questo programma. Mediante la diffusione del vizio generalizzato derivante dalla convinzione che più la nostra società diventa putrescente, prima sarà possibile scalzare dalle fondamenta il cristianesimo ed edificare la nuova umanità, rendendo l’individuo sempre piu’ solo, sempre piu’ omologato ed omologabile e molto piu’ manipolabile. Distruzione della famiglia, pansessualizzazione della societa’: prosciugamento dei beni delle nazioni, queste sono le fondamenta del Nuovo Ordine Mondiale.  Ma non solo, il M5S da anche pieno appoggio alla catastrofe sociale della teoria Gender nelle scuole, nonostante gli avvenimenti nefasti gia’ verificatisi in paesi che la stanno gia’ utilizzando, testimoniando il suo totale fallimento. Sul tema interviene pesantemente il consigliere del Movimento 5 Stelle Gianluca Bozzetti: “Sono mesi che assistiamo ad una paradossale disinformazione su un argomento che invece meriterebbe il rispetto e l’attenzione di tutti. Convegni, manifestazioni, incontri su di una questione che solo qualche tempo fa lo stesso Ministro dell’Istruzione Giannini ha ribadito essere basata su mere falsità.Tutto ciò è semplicemente inaccettabile, – continua il consigliere Vice presidente della Commissione Cultura e Istruzione – siamo di fronte ad una vera propria azione d’istigazione all’omofobia che non può essere più sottaciuta o minimizzata a mera provocazione.” Secondo Gianluca Bozzetti senza l’educazione al Gender si favorirebbero istinti omofobi (sic). Tra le “battaglie”(mondialiste) del M5S non poteva nemmeno mancare il pieno sostegno all’immigrazione massiva chiamata “Piano Kalergi”, che il signor George Soros, (braccio destro dei Rothschild) – gia’ citato per l’attentato contro la Lira nel 92- sta abbondantemente finanziando per la multiculturalizzazione della societa’ allo scopo di renderei popoli europei un insieme di individui privi di alcuna coesione etnica, culturalee religiosa, come descritto chiaramente del Richard C. Kalergi nel suo libro “Paneuropa”.

 

Il M5S si e’ astenuto dalla votazione della legge “IUS SOLI” la legge per la cittadinanza facile ai figli degli immigrati (anche clandestini) nel suolo italiano, che e’ passata al cosi’ al senato. L’astensione del Movimento 5 Stelle alla Camera sul voto per lo ius soli ha riaperto una delle ferite storiche dell’ambiente grillino: qual è la posizione (programmatica, ma anche “culturale”) del movimento sull’immigrazione? In uno spettacolo del 2006 l’allora comico spiegava come comportarsi con “un marocchino che rompe i cog°°°°°”: “Senza che ti veda nessuno, lo porti in caserma e gli dai due schiaffetti…”. Il 5 ottobre 2007 nel blog di Grillo viene pubblicato un articolo dal titolo: “I confini sconsacrati”. L’ex comico parla dei rom come di “un vulcano, una bomba a tempo” che “va disinnescata”, attaccando l’Europa, che permette “migrazioni selvagge di persone senza lavoro da un Paese all’altro,” senza “la conoscenza della lingua” e “senza possibilità di accoglienza”. Ma non solo: Lacommissione giustizia del senato ha approvato un emendamento (presentato da due senatori del Movimento 5 stelle) che ha abolito il reato di clandestinità per gli immigrati irregolari in Italia, la discussa legge Bossi-Fini che regola le politiche sull’immigrazione in Italia. Nel 2009, in un post intitolato “Lazzaretto Italia”, Grillo denunciava “le malattie d’importazione” tra cui “vi sono tbc, scabbia, aids, colera, malaria, lebbra”. Alla fine il leader pentastellato proponeva di introdurre “il passaporto sanitario per gli immigrati dei Paesi a rischio” (sull’argomento malattie di importazione tornerà nel settembre del 2014). Nel gennaio del 2014, tuttavia, gli iscritti al Movimento votano con il 63% per l’abrogazione del reato dell’immigrazione clandestina sconfessando apertamente Grillo e Casaleggio. Alessandro Di Battista  dice :”Io sono favorevole allo ius soli“. E nello stesso periodo, nella Parma di Pizzarotti, grillini e Pd davano il via libera a un provvedimento per concedere la “cittadinanza civica” ai figli di stranieri che risiedono in Italia da almeno cinque anni. Insomma, sul tema immigrazione e cittadinanza, il Movimento 5 Stelle ha almeno due facce. E quando i cittadini votano, ne eleggono (spesso senza saperlo) solo una: quella favorevole all’invasione, questo e’ poco ma sicuro… Il M5S tra le altre cose emana proposte di legge per dare il reddito di cittadinanza agli immigrati. Nel maggio 2015 a Porta a Porta è andato in scena un confronto tra Manlio Di Stefano del MoVimento 5 Stelle e Matteo Salvini della Lega Nord; tra i punti toccati da Bruno Vespa c’è anche il reddito di cittadinanza, sul quale è andato in scena uno scontro abbastanza curioso. Salvini mette a confronto la proposta di Maroni con quella dei grillini, facendo notare che l’idea lombarda è di destinare il contributo soltanto ai cittadini italiani. Al minuto 18 però Di Stefano risponde (qui c’è il video http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-38f8cf25-29e0-4087-954d-5c427eba01ab.html#p=0)  che il reddito di cittadinanza dei grillini è destinato soltanto ai cittadini italiani. MENZOGNA ! Nella proposta di legge del MoVimento 5 Stelle è invece specificato che il reddito di cittadinanza è destinato a TUTTI i residenti da almeno due anni nel territorio nazionale.

IN CONCLUSIONE: Abolire i partiti, fondare la democrazia diretta. Gli ‘illuminati’ contro la repubblica dei ricchi e dei ladri Monti e Grillo non sono alternativi:  sono due facce della stessa medaglia. Traghettare il popolo al NWO senza ne’ disordini ne conseguenze. Come abbiamo visto Il M5S supporta tutte le grandi battaglie degli Illuminati: immigrazione,muticulturalizzazione, pansessualizzazione della societa’, Multinazionali, Alta Finanza (JP Morgan, Goldman Sachs) per il conseguimento del Nuovo Ordine Mondiale, abbattendo le ultime tracce di sovranita’ nazionale per arrivare al governo di élite e banchieri e ad un’unica religione mondiale luciferina. Il movimento 5 Stelle si rivela per quello che è: una sorta di “movimento arancione” etero diretto da centrali esterne o, se vogliamo, una “primavera araba” suscitata in Italia. E’ ora che la gente si svegli…

Di recente, il sindaco di Roma Virginia raggi ha introdotto l’ideologia gender nel bilancio della Capitale, come ha riportato il Secolo d’Italia. La Raggi (attuale sindaco grillino di Roma) ha introdotto il gender pure nel bilancio della Capitale, ovvero ha imposto la “rieducazione gender” nelle scuole coi soldi dei contribuenti! quindi anche il via alla pratica disumana di UTERO IN AFFITTO, sfruttamento di donne e bambini ridotti a merce! Alcuni Consiglieri “valorosi” erano riusciti a bloccare la mozione del M5S che chiedeva l’inserimento della  suddetta propaganda gender nel bilancio di Roma Capitale. Ma la maggioranza ieri è riuscita a discuterla ed approvarla. L’unico partito che ha votato contro è stato Fratelli d’Italia. Questa la dichiarazione del consigliere Maurizio Politi, che parla di una pericolosa deriva ideologica da parte del M5S”:

“Il M5S dimostra sempre di più la sua vicinanza alle politiche LGBT tipica della precedente Giunta Marino. L’approvazione avvenuta ieri, con il solo voto contrario di Fratelli d’Italia, del documento con il quale si impegna il Sindaco Virginia Raggi a realizzare un bilancio economico secondo prospettive gender, oltre ad essere inutile, rappresenta l’ ennesimo attacco antropologico alla Famiglia. Pensare che nel bilancio di Roma Capitale, debbano essere previsti strumenti finanziari e di programmazione che vadano a valorizzare le diverse identità di genere, ha il solo fine esclusivo di attaccare le diversità tipiche dell’uomo e della donna, e nulla a che vedere con la salvaguardia dei giusti diritti. Pensare di promuovere con i bilanci pubblici le varie teorie sessuali ed economiche tipiche delle associazioni LGBT che hanno portato l’Europa a riconoscere ufficialmente decine di gender diversi, senza alcuna considerazione del dato biologico proprio di ogni persona, rischia di essere propedeutico all’inserimento in pianta stabile, all’interno delle scuole comunali, di teorie che mirano a plagiare lo sviluppo dei nostri figli. Vigileremo attentamente che la deriva ideologica assunta dal M5S, che nelle sue linee programmatiche di governo della città, aveva affermato: “Siamo portatori di una visione del mondo biocentrica che si oppone all’antropocentrismo che nella cultura occidentale ha trovato la massima espressione (…). Oggi, alla difesa di questi diritti (…) si aggiunge la lotta con lo specismo.”, in pratica negando che esista alcuna differenza tra l’essere umano e qualsiasi altra specie animale, ed oggi, quindi, pensa di usare le risorse pubbliche per scopi meramente ideologici che nulla hanno a che vedere con i problemi dei romani.” M5S non solo attacca LA FAMIGLIA e permette il plagio dei nostri figli, ma attacca anche la fede cristiana in molti modi: lo avevamo già visto nelle PARODIA BLASFEMA DI GRILLO al teatro Lingotto di Torino, con la “comunione sacrilega” di grilli rinsecchiti al posto dell’Ostia consacrata, dicendo “questo è il mio corpo”.  Recentemente gli attivisti di M5S non hanno avuto di meglio da fare che chiedere di abolire la S. MESSA DI NATALE al Municipio XIII: nella struttura municipale “da sempre la S. Messa di Natale viene celebrata  lì”, dicono Maurizio Politi, consigliere comunale Fdi con Andrea Saponaro e Camilla Trombetti, dirigenti Fratelli d’Italia. Che fastidio dà la S.Messa di Natale ai fanatici ignoranti grillini, che chiedono di abolirla e al suo posto di “fare assurdi festeggiamenti di non si sa bene cosa”?…. “Comunichiamo ai consiglieri del M5S che tante religioni e credenze non festeggiano il Natale, come i cristiani, e sarebbe assurdo vietare a qualcuno un momento di preghiera tradizionale, che nulla toglie a chi non crede. Ci auguriamo, quindi, che non tutti i consiglieri di maggioranza, siano così strumentali e ignoranti, come i presentatori dell’atto, e boccino la richiesta”.