Crea sito

Caserta24oreViaggi. Visitare Sofia, la capitale della Bulgaria in due giorni

sofia-piazza2(a cura di Giovanni Parisi). L’aeroporto della capitale bulgara si trova ad una dozzina di km a est dalla città ed il terminal di arrivo per i voli low cost dall’Italia è il T2. Il costo del taxi per raggiungere gli alberghi del centro è di 10 Lev bulgari, la moneta locale, poco più di 5 euro. E’ possibile raggiungere il centro anche coi mezzi pubblici, il bus urbano è l’84 e il 384. Una corsa costa 1,60 lev. Il cambio è favorevole, si mangia e si dorme a meno della metà dei prezzi italiani, sopratutto dormire è conveniente, per al questo poco diffusi gli affitti degli appartamenti, vanno molto gli alberghi.
sofia-monumentoSofia, si trova ai piedi di montagne alte anche 2000 metri su un altopiano di 500 metri sul livello del mare, pertanto il clima è di montagna e abbastanza freddo. D’inverno le temperature minime possono raggiungere i -15 e nei mesi di dicembre e gennaio le massime poche volte superano i 5 gradi. Nevica spesso e le fontane, quelle ornamentali, sono inutilizzate per il congelamento. In Bulgaria l’alfabeto utilizzato è il cirillico.

20161207_153103La statua di Sophia
Per quanto riguarda i luoghi di interessi da visitare iniziamo dalla piazza della statua di Sophia eretta in occasione del nuovo millennio nel 2001 in uno dei posti più emblematici della capitale nel centro della città. E’ raffigurata una giovane donna con una corona in testa, rappresentante la cinta muraria della città antica. Viene considerata protettrice della città e tutrice dello Stato.

sofia-restiromaniLa basilica di santa Sophia e la necropoli
E’ una basilica a tre navate risalente al periodo bizantino. E’ una delle più antiche chiese tuttora attive in Europa. Prima di essere parzialmente distrutta da terremoti nel XIX secolo fu trasformata in una moschea, poi ricostruita e riconsacrata al culto cristiano nel 1930.

sofiacattedrale2La cattedrale monumentale di Sant’Alexandar Nevsky
E’ stata costruita in segno di riconoscenza verso il popolo russo, grazie al quale la Bulgaria si è liberata dal dominio turco-ottomanno. Porta il nome del famoso condottiero russo, un principe copertosi di gloria militare. Fu progettata dal 1879 al 1898, i lavori iniziarono nel 1904 e terminarono nel 1913. Può contenere 5000 fedeli.

sofia-monumento2La rotonda San Giorgio Invitto
E’ la più antica costruzione romana conservatesi nei secoli. Fa parte di un antico complesso di edifici, costruiti nell’inizio del IV secolo sotto Costantino I Magno. La sua trasformazione in chiesa avvenne nel VI secolo quando venne affrescata per la prima volta..

sofia-cattedraleortodossaLa chiesa di Boyana SS Nicola e Panteleymon
E’ tra i più preziosi apporti del patrimonio artistico bulgaro. La prima costruzione risale al XI secolo, poi, nel XIII secolo a ridosso della vecchia fu costruita un’altra chiesa che doveva servire come sepolcro delle famiglie nobili locali. Gli affreschi, di mano ignota, sono dello stile del Tarnovo. Il loro valore è eccezionale tali da essere considerati precursori del Rinascimento Europeo.

sofia-montagneintornoI Monasteri intorno a Sofia
La città è tra i più importanti centri europei del cristianesimo ortodosso e della sua cultura. L’inizio della costruzione dei monasteri si collega con Costantino Magno e raggiunge il culmine nel 1396 quando intorno alla città si contavano 300 monasteri. Oggi nei dintorni di Sofia si possono visitare oltre 20 monasteri tra cui quello del così detto Monte Athos, molto famoso al pari di quello greco.

Inoltre da visitare: La galleria nazionale, il parco naturale di Vitosha, il museo storico, quello nazionale, il monumento allo zar liberatore, il teatro nazionale (http://www.info-sofia.bg/)

Manda un messaggio WhatsApp
Invia WhatsApp