Crea sito

Alternativa Monarchica al referendum vota No

large-corsi-cucina(ilMezzogiorno) NAPOLI Il Partito della Alternativa Monarchica comunica che in vista del prossimo referendum costituzionale, previsto per il 4 dicembre 2016, sosterrà il NO per le seguenti ragioni:
1) Il Senato non verrà abolito, ma composto di un centinaio persone scelte dai Consigli Regionali, per cui scelti dalla casta e non dai cittadini.
2) Solo la Camera voterà le leggi ordinarie, per cui se una legge dovesse essere pessima, non ci sarà più la possibilità di emendarla col passaggio in Senato. Chi avrà la maggioranza alla Camera potrà così approvare qualsiasi cosa, questo, combinato con l’Italicum che da la maggioranza dei seggi a chi prende il maggior numero di voti fa sì che un partito col 35% dei voti alle elezioni avrà la maggioranza in Camera e farà quel che vorrà.
3) Le autonomie locali vengono ridotte e lo Stato riassume gran parte delle competenze decentrate.
Matteo Cornelius Sullivan Reggente del Partito della Alternativa Monarchica
Davide Pozzi Sacchi di Santa Sofia Addetto P.d.A.M. alle Relazioni Internazionali
Daniele Antonio Federico Marchesi Vicesegretario Nazionale P.d.A.M.