Crea sito

I motivi del NO al referendum costituzionale

(Andrea Levelli) MILANO Pochi italiani sanno veramente cosa vi sia in gioco col referendum confermativo della riforma costituzionale, cosiddetta «Renzi-Boschi», previsto per il prossimo autunno. Molti lo vedono semplicemente come un’opportunità per mandare a casa il Governo Renzi, votando NO. Altri, con buone intenzioni ma forse poco informati, propongono di fare mancare il quorum astenendosi. Costoro farebbero il gioco di Renzi. Nel caso di un referendum costituzionale, infatti, non vi è l’obbligo legale di quorum. L’astensione equivarrebbe a un “silenzio-assenso”. In realtà, l’esito del referendum potrebbe modificare sostanzialmente l’assetto costituzionale dell’Italia, in senso autoritario e antidemocratico. Si andrebbero a toccare anche quesiti importantissimi, come la centralità della persona e della famiglia nella società. Per fornire ai nostri amici rigorosi strumenti giuridici per formare una valutazione critica personale che porti a una scelta responsabile in merito al referendum, abbiamo organizzato l’incontro: Referendum costituzionale: le ragioni del NO che si terrà giovedì 29 settembre p.v. alle ore 21,00 nella sede in via Lentasio, n. 9 – Milano (Centro, M3 Missori, a 50m dalla Basilica di S. Nazzaro)
Interverrà: Avv. Lorenzo Vitali, Comitato “Famiglie per il NO al referendum costituzionale”
Introduce e modera: Avv. Benedetto Tusa, Presidente Circolo La Rocca

Manda un messaggio WhatsApp
Invia WhatsApp