Crea sito

Terremoto. Raccolta beni di prima necessità per gli abitanti colpiti dal sisma

La solidarietà chiama e la città di Mugnano risponde presente. Un fiume di persone ha risposto all’appello di associazioni e amministrazione comunale ed ha donato, nel centro di raccolta adibito nella palestra ‘Happy Life’, beni di prima necessità, soprattutto acqua in bottiglia, pannolini, pannoloni, latte in polvere, omogenizzati, alimenti non deteriorabili, coperte, vestiti nuovi e medicinali per coloro che hanno vissuto un vero dramma perdendo in pochi secondi praticamente tutto. Lo strazio per il terremoto ha portato i proprietari della palestra, Luigi e Alessio Filace, lo speaker di Radio Crc Michele Chianese, il sindaco Luigi Sarnataro e tanti altri volontari (Viviana Filace, Daniela D’Agostino, Mimmo Scippa, Antonio Liccardo, Francesco Frascogna, Peppe Ronza, Robertino Orizio, Stefano Antonelli) ad impegnarsi per dare il proprio fattivo contributo alle famiglie colpite dal terribile sisma. E stamattina (venerdì 26 agosto) alle 10 è partito un camion praticamente pieno con destinazione Amatrice: “E’ bastato un semplice appello su Facebook per far partire la macchina della solidarietà. In poche ore sono giunti nel centro di raccolta centinaia di persone, di Mugnano ma anche dei Comuni limitrofi, che hanno portato praticamente di tutto. Con un’autorizzazione ho garantito che i camion potessero trasportare le derrate alimentari e dare questo primo contributo. Ma questo è solo un passo visto che, con Michele Chianese, abbiamo deciso di organizzare una serata di beneficenza per raccogliere ulteriori fondi da destinare alle vittime del terremoto”. “Aiutare queste persone penso dovesse essere il minimo – afferma Michele Chianese – anche perché subito dopo il terremoto ho pensato ad un amico che vive proprio in quelle zone. Ho saputo proprio da lui quello che serviva e mi sono immediatamente attivato per dare una mano. Poi stiamo provando ad organizzare un evento di beneficenza in collaborazione con Radio Crc, Radio Marte e We Can Dance coinvolgendo amici del mondo della musica e dello spettacolo. Perché solamente lavorando insieme possiamo aiutare chi in questo momento sta soffrendo”. Il rappresentante della ‘Happy Life’ sottolinea che “c’è stata una risposta incredibile da parte dei nostri concittadini – ha affermato Luigi Filace – e posso dire che tutti noi abbiamo semplicemente fatto parlare il cuore. Questo l’ho fatto già 30 anni fa ho lavorato dopo il terremoto in Irpinia e so benissimo cosa significa per quelle persone subire una tragedia come questa. Consegneremo tutto alla Caritas sperando che il nostro piccolo aiuto possa essere fondamentale”. Alessio Filace, vice presidente della Pro loco di Mugnano, invece sottolinea di come si sia riempita la palestra “in nemmeno un giorno e se devo essere sincero non mi aspettavo tutto questo. Ma non vogliamo fermarci perché anche attraverso l’evento di beneficenza sappiamo che si potrà raggiungere un altro importantissimo successo”.

Manda un messaggio WhatsApp
Invia WhatsApp