Crea sito

Teano. Al Foscolo incontro con il prof. Giovanni de feo di ingegneria industriale

(Caserta24ore) TEANO Mercoledì 6 aprile prossimo alle ore 10.30, nell’aula polifunzionale dell’ISISS “Ugo Foscolo” di Teano, il Prof. Giovanni De Feo dell’Università degli studi di Salerno, terrà un interessante seminario sul tema “Ambiente e Sviluppo Sostenibile”. Il professore De Feo insegna Ecologia Industriale e Procedure di Valutazione Ambientale all’Università degli Studi di Salerno, dove conduce le sue attività di ricerca presso il Dipartimento di Ingegneria Industriale. S’interessa in particolare di gestione dei rifiuti (“che non esistono!”), di sociologia ambientale, di Life Cycle Assessment, di storia delle acque e delle acque reflue nelle antiche civiltà. È anche l’ideatore di Greenopoli, luogo ideale di “condivisione e sostenibilità”, un progetto educativo descritto in varie pubblicazioni, cui sono associati un sito internet (www.greenopoli.it) e una pagina facebook. “L’intento dell’incontro, spiega il preside del Foscolo” è quello di sensibilizzare i nostri alunni al rispetto per l’ambiente che ci circonda, ma il seminario ha anche un valore orientativo perché avvia gli alunni dell’ultimo anno verso indirizzi di studio e di lavoro post-diploma connessi alla tematica”. Il seminario, voluto dalla prof.ssa Canzano Pasqualina del Liceo Scientifico, è rivolto alle classi VA e VB del Liceo Scientifico, VA del Liceo Classico, VA di Costruzione, Ambiente e Territorio, IVB di Amministrazione, Finanza e Marketing. “ Due – spiega il preside Mesolella, sono le sue parole d’ordine: condivisione e sostenibilità. La Sostenibilità, l’Ambiente, i Rifiuti e l’Acqua, da cui viene fuori l’acronimo Sara, uno dei protagonisti di Greenopoli, sono alcuni tra gli argomenti preferiti di discussione di Greenopoli. Tutti questi personaggi rappresentano la cassetta degli attrezzi di Greenopoli. I principali strumenti del “metodo Greenopoli” sono il dialogo, il ragionamento, l’entusiasmo, la simpatia, la spontaneità e la condivisione. Con il metodo Greenopoli il ruolo del formatore muta per assumere le funzioni di “moderatore”, che prima fa discutere e ragionare gli allievi e poi, a opportuni intervalli, interviene per sostenere e rilanciare la discussione e introdurre nuovi concetti. Il tutto diventa più facile se il moderatore si propone con entusiasmo e spontaneità, lasciando trasparire tutta la sua passione per l’argomento che si sta discutendo e per l’insegnamento”.

Manda un messaggio WhatsApp
Invia WhatsApp