Crea sito

NAPOLI Balconi e vasi da fiori

(Gennaro Capodanno) NAPOLI Pochi anni fa destò una vasta eco e impressione un episodio di cronaca, verificatosi in una strada della Capitale, che vide vittima un ragazzo il quale, mentre passeggiava per strada insieme alla famiglia, fu colpito e ucciso da un vaso da fiori caduto da un balcone. Ma evidentemente anche quella tragedia, nonostante le precise responsabilità previste al riguardo sia nel codice civile che in quello penale, sembra che non sia servita a molto, quantomeno in termini di prevenzione. Eppure nei regolamenti di polizia urbana di vari Comuni sono previste apposite norme al riguardo. Ma purtroppo tra la teoria e la pratica, sovente c’è un abisso e non basta una tragedia come quella riportata, per far modificare alcuni comportamenti sbagliati, anche perché è vero, anche in questo caso, che le norme ci sono ma poi bisogna farle applicare ed effettuare i necessari e costanti controlli per sanzionare opportunamente chi non le rispetta. Cosi, alzando gli occhi al cielo, si può notare che non sono pochi i fabbricati dove sono presenti piante da fiori, poste sui davanzali delle finestre, senza alcuna protezione, o sui parapetti dei balconi, inserite in contenitori metallici agganciati verso l’esterno e non verso l’interno, sicché, laddove nel tempo, anche a seguito dell’opera degli agenti atmosferici, i supporti dovessero cedere, contenitore e contenuto potrebbero rovinosamente cadere al suolo, con conseguenze immaginabili. Al riguardo è auspicabile che gli uffici competenti intraprendano tutte le necessarie azioni, a tutela della pubblica incolumità, in relazione alle norme richiamate, sanzionando i trasgressori e intimando l’eliminazione immediata delle situazioni di difformità riscontrate.

Manda un messaggio WhatsApp
Invia WhatsApp