Crea sito

Teano. Il Foscolo Premiato alla VI edizione del Festival della Vita

(Caserta24ore) TEANO L’ISISS “Ugo Foscolo” di Teano e Sparanise è stato premiato, sabato 6 febbraio scorso, alla VI edizione del Festival della Vita: l’unico istituto in provincia di Caserta a meritare il trofeo. “All’Istituto “Ugo Foscolo” di Teano e Sparanise – è scritto sulla targa in argento-, diretto dal preside prof. Paolo Mesolella, per aver dato testimonianza del costante e quotidiano impegno a tutela della vita, sull’esempio di Madre Teresa di Calcutta, modello ispiratrice di ogni bene e di attenzioni verso il prossimo”. Firmato: il Direttore del Festival, dott. Raffaele Mazzarella ed il Presidente del Centro Culturale San Paolo, don Ampelio Crema. Una bella soddisfazione per il preside e per la scuola che ha cercato di seguire il tema del festival (“Vivere è amare”) promosso dalla Società San Paolo con l’adesione delle diocesi di Aversa, Sessa Aurunca, Amalfi – Cava de’ Tirreni e Sulmona. Il festival, inaugurato il 23 gennaio scorso, ha visto la realizzazione di numerosi eventi. Un grande progetto culturale finalizzato alla divulgazione del messaggio della Giornata nazionale della vita e alla realizzazione di una rete tra diverse realtà operative impegnate nella tutela della vita dal momento del concepimento fino al suo termine naturale. La programmazione degli eventi ha previsto una sessione a Caserta in omaggio al compianto vescovo mons. Pietro Farina, cui farà seguito una sessione estera che si terrà a Lourdes, una sessione invernale a Roccaraso, una sessione estiva a Forio d’Ischia ed una sessione straordinaria a Positano. Sono state tante le città che hanno aderito al Festival della Vita con interessanti iniziative sociali presso carceri, ospizi, ospedali, conventi, parrocchie e scuole. Alla cerimonia di premiazione c’erano il Presidente del Centro Cultura San Paolo, don Ampelio Crema, il Direttore del Festival dott. Raffaele Mazzartella, il dott. Edoardo Giordano responsabile Medicina legale ASL Caserta, la dott.ssa Antonella Vian, testimone medico di Eluana Englaro, il giornalisti RAI, Paolo Di Giannantonio. Per il Direttivo del Festival, invece, erano presenti il dott. Maurizio Callipo, il prof. Bartolomeo Merola, la Signora Angela Zoccolillo. Il ricco programma ha visto manifestazioni a Caserta, Roma, Bari, Morcone, Piedimonte Matese, Sessa Aurunca ed altre città. Tra gli eventi realizzati il primo Forum nazionale per la famiglia e la vita presso il Salone degli Specchi di Palazzo Reale; un convegno sull’importanza del consumo etico come valore sociale” con l’economista Stafano Zamagni; un convegno sull’importanza della bioetica nella tutela della vita, un convegno “Religioni a confronto” con l’iman di Milano; una Passeggiata per la vita in piazza Riggiero con la Croce di Lampedusa; Sabato 6 febbraio, infine, alle ore 20, presso il Village Duel, si è tenuto il Gran Gala del Festival durante il quale è stata ricordata l’opera di don Primo, testimone di vita.

Manda un messaggio WhatsApp
Invia WhatsApp