Crea sito

Una tragedia: solo in Europa 25mila bambini non accompagnati

(da Alex Wilks – Avaaz) In questo momento, ci sono almeno 25mila bambini non accompagnati in cerca di rifugio in Europa. Sono scappati da violenze che nessuno di noi può immaginare, hanno perso i loro genitori e ora hanno bisogno di un posto sicuro. Ma invece di accoglierli, i nostri governi li abbandonano a sé stessi, esponendoli ancora di più alla tratta delle persone. La cosa più assurda è che non vengono lasciati passare nemmeno i bambini che hanno dei familiari da raggiungere già in Europa. Ma ora stiamo lavorando con un team di esperti che ha appena vinto una sentenza storica: tre bambini potranno raggiungere le loro famiglie nel Regno Unito. È un precedente importantissimo per lanciare una campagna europea, ottenere l’assistenza legale e il sostegno necessari per questi bambini, e garantirgli cibo e un rifugio sicuro. Se ognuno di noi dona anche solo una piccola somma, possiamo fare la nostra parte per salvare le vittime più vulnerabili di questa emergenza, e fermare la squallida tratta dei bambini. In un mondo umano e civile, nessun bambino dovrebbe affrontare così tanto dolore. Iniziamo a costruire quel mondo oggi. Dona ora e sostieni subito il piano per mettere fine a queste tragedie quotidiane:

Masud era un ragazzo di 15 anni. Era riuscito a scappare ai talebani, era arrivato in Europa, da solo, ed era a un passo dal trovare rifugio nel Regno Unito, dove lo aspettava sua sorella. Ma poi non l’hanno fatto entrare in territorio britannico. Allora ha fatto una scelta disperata salendo di nascosto su un camion ed è morto così, asfissiato, solo, e terrorizzato. Senza un intervento urgente, ci saranno ancora tanti, troppi Masud.
L’unico modo per offrire un aiuto concreto è creare delle vie di fuga legali per le famiglie di rifugiati. La sentenza britannica conferma che i minori non accompagnati hanno il diritto di chiedere asilo in qualunque paese europeo dove abbiano parenti. Ma hanno bisogno di tutela legale anche perché troppo spesso i richiedenti asilo, specialmente i bambini, non conoscono i loro stessi diritti. È qui che possiamo intervenire.
Se raccoglieremo abbastanza fondi, la nostra comunità potrà:
sostenere cause legali in tutta Europa per obbligare i paesi a dare rifugio a questi bambini;
aiutare gli avvocati a identificare e ad assistere i bambini per riunirsi con i familiari residenti in Europa;
ottenere protezione, assistenza e ospitalità per i rifugiati durante le cause legali;
sensibilizzare l’opinione pubblica e fare pressione politica per un’azione urgente per aiutare i rifugiati.
La crisi dei rifugiati può sembrare senza soluzione, ma questi bambini hanno già una casa che li aspetta! Dona ora: hanno già sofferto troppo, sono rimasti soli, i loro genitori morti, scomparsi o lontani, e al momento possono solo scegliere se aspettare al freddo in centri disumani e pericolosi, o rischiare la vita nascondendosi in camion o treni come ha fatto Masud. Aiutiamoli a cominciare una nuova vita, liberi dalla paura:
Nel 2015, la nostra comunità ha fatto cose incredibili per aiutare i rifugiati: abbiamo finanziato operazioni di ricerca e salvataggio nel Mediterraneo, offerto mezzi di trasporto in Europa, inviato aiuti alle isole greche e fatto pressione su Unione Europea, Stati Uniti, Australia e Canada per ottenere migliori politiche di accoglienza. Ma c’è ancora tanto da fare e ora abbiamo l’occasione di salvare le vite di questi bambini.

Manda un messaggio WhatsApp
Invia WhatsApp