Crea sito

Provincia di Caserta. Sportello anti-discriminazione e anti-stalking, prorogata la convenzione: ecco tutti gli orari

Presso la Direzione Territoriale del Lavoro di Caserta continua il lavoro dello Sportello anti-discriminazione ed anti-stalking sui luoghi di lavoro. La collaborazione tra la Direzione Territoriale del Lavoro di Caserta diretta dal Dott. Renato PINGUE e l’Ufficio della Consigliera di Parità Provinciale della Dott.ssa Francesca Sapone è stata rinnovata attraverso la proroga del protocollo di Intesa del 2011 che ha previsto l’istituzione di uno sportello Anti-Discriminazione ed Anti-Stalking a disposizione dei cittadini del territorio casertano. «La collaborazione con la Direzione Territoriale del Lavoro – rileva la Consigliera di Parità – è fondamentale al fine di individuare procedure efficaci di rilevazione della normativa in materia di lavoro, parità, e garanzie contro le discriminazioni. L’impegno, – prosegue – sarà quello di continuare a dare informazione, ricevere le istanze e dare le risposte». Lo sportello è gratuito, ed è seguito, in collaborazione con l’ Associazione di promozione sociale GOODWILL Regione Campania della Presidente Dott.ssa Maria Gabriella Parise, dall’Avv. Ida Sagnelli e dallo psicologo Antonio Moretta. Lo sportello sarà operativo ogni giovedì dalle 10,00 alle 12.00 presso la DTL-Caserta) e dalle 15.00 alle 17 presso l’Ufficio della Consigliera di parità in Corso Trieste 133, CASERTA (Palazzo della Provincia). Inoltre allo stesso è stata affiancata una linea di ascolto (negli stessi orari dello sportello) ai numeri 0823.528217, 0823/2477310-7115 ed un contatto mail: tiascolto.paritace@libero.it. «Le attività dello sportello vanno nel solco tracciato da questa amministrazione di tutela delle donne e dei loro diritti suoi luoghi di lavoro – ha chiosato il presidente della Provincia Angelo Di Costanzo – il mio esecutivo, grazie anche agli sforzi della consigliera di parità Francesca Sapone, è impegnato a mettere in campo tutte le iniziative volte a tutelare le donne e ad individuare tutti quei fenomeni di violenza e di discriminazione con cui sono costrette a fare i conti».

Manda un messaggio WhatsApp
Invia WhatsApp