Crea sito

Sparanise. Le alunne del Turistico hostess alla presentazione di Festina Lente

(Paolo Mesolella) CASERTA Venerdì 11 dicembre 2015, alle ore 10.30, nella sala degli specchi della reggia di Caserta sarà presentata “Festina Lente”, una manifestazione unica nel suo genere in Campania che associa lo sport alla tutela ambientale. “Festina Lente” è un motto attribuito all’Imperatore Augusto dallo scrittore latino Svetonio e indica un modo di agire senza indugi, ma con cautela. In seguito Cosimo I de Medici, associò il motto al simbolo della tartaruga con vela, e ne fece l’emblema della sua flotta, come monito di ponderazione delle imprese perché avessero successo. La tartaruga, animale noto per la sua lentezza, ma anche sinonimo di prudenza, è abbinato alla vela gonfiata dal vento, sinonimo di forza d’azione. “Per indicare il nostro evento ciclistico – spiega l’ing. Antonio Bonacci Presidente della società organizzatrice Veloclub Ventocontrario – abbiamo scelto come logo una tartaruga con vela che sovrasta l’anfiteatro dell’Antica Cales. Il programma di Festina Lente apre con la Randonnèe delle Acque che vedrà gli appassionati di questa specialità pedalare lungo il percorso di 200 chilometri immerso nel verde, con partenza da Calvi Risorta. Il secondo appuntamento per i randonneur è fissato per il mese di luglio, quando da Calvi Risorta prenderà il via la Randonnèe dell’Incontro di 300 chilometri. Alla cerimonia di presentazione, interverranno il dott. Aldo Lombardi per Scudetto Campano, il dott Luca Bonechi, presidente Audax Randonneur Italia da Siena, la dott.ssa Letizia De Crosta, consigliere UNPLI Caserta, il dott Piero Giani presidente Comitato UISP Provinciale Caserta, l’avv. Domenico Caiazza, Presidente Centro Studi sul Medio Evo Terra di Lavoro, il dott. Giuseppe Giaccio presidente del Consorzio Melannurca Campana, l’ing Bonacci Presidente Asd Veloclub Ventocontrario, la dott.ssa Lucia Ranucci, Presidente EPT Caserta. “Festina Lente” è un contenitore di quattro manifestazioni di cui una soltanto agonistica, la Cronoscalata Calvi Risorta Rocchetta e Croce. Le altre tre manifestazioni sono manifestazioni non agonistiche che si tengono sulla distanza di 200 chilometri (Randonnée delle Sorgenti) e 300 chilometri (Randonnée dell’Incontro). “Obiettivo dell’evento, spiega Giuseppe Gallina, vice presidente del Veloclub, è la valorizzazione del territorio casertano sul piano naturalistico, architettonico, enogastronomico e turistico sportivo”.

Manda un messaggio WhatsApp
Invia WhatsApp