Crea sito

Lettera al direttore. Padre Pio e l’aborto

ABORTO 3(da Maria Grazia) Una signora si era recata a S. Giovanni Rotondo per confessarsi dal santo cappuccino stimmatizzato, P. Pio da Pietrelcina. Questa signora era interiormente straziata da un rimorso crudele: si era procurato l’aborto, uccidendo il bambino nel suo grembo. Tremante e con dolore si accusò in confessione a P. Pio. A questa accusa il volto di P. Pio si coprì di una tristezza mortale, e il santo frate volle svelare in modo insolito e prodigioso l’enormità della scelleratezza compiuta con quell’aborto..
P. Pio disse alla signora: – Chiudi gli occhi e dimmi che cosa vedi. La signora obbedì, chiuse gli occhi, e disse: – Vedo un’immensa piazza con tanta gente. In mezzo a quella gente vedo un corteo che si avanza solenne. Vedo in quel corteo molti sacerdoti, vescovi e cardinali; tutti precedono un Papa, che è portato sul trono. Si, vedo proprio un Papa sul trono e la gran folla osannante a questo Papa molto bello… Ma che significa tutto questo?…
– Il bambino che hai ucciso nel tuo seno – le disse P.Pio – nei disegni di Dio doveva diventare quel Papa!
La povera signora diede un grido e svenne accanto al confessionale.
Quante donne, a leggere questo episodio, non dovrebbero anch’esse dare un grido e svenire?…

Manda un messaggio WhatsApp
Invia WhatsApp