Crea sito

Succivo (Ce) Presentazione della Proposta di Legge “Dopo di noi”

Bimba disabile(Caserta24ore) SUCCIVO. 26 Settembre 2015 – Ore 17.30 – Sala Conferenze Casale di Teverolaccio “Con Noi, dal giorno dopo…Per tutta la Vita: nuovi diritti per l’Assistenza ai cittadini disabili” è il titolo della manifestazione pubblica, promossa dal Consigliere Regionale del Partito Democratico, On.le Gennaro Oliviero, per la presentazione ufficiale della cosiddetta “Legge del Giorno Dopo”, che si svolgerà nella giornata di sabato 26 settembre, alle ore 17.30, presso la Sala Conferenze “Casale di Teverolaccio” sito nel Comune di Succivo.Estendere l’assistenza ai cittadini disabili anche dopo quando i loro genitori non saranno più in vita, una proposta davvero innovativa, unica rispetto a tutte le altre Regioni italiane. Ad aprire i lavori il primo cittadino di Succivo, l’avvocato Antonio Tinto, seguirà, poi, la presentazione della proposta di legge a cura dell’On.le Gennaro Oliviero. Seguiranno i contributi di Pasquale Calemme, Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza, Pasquale Iorio, Forum del Terzo Settore della Provincia di Caserta, Simmaco Perillo, Consulta del Terzo Settore dell’Asl di Caserta. Interverranno, a conclusione dei lavori, in ordine, la Dott.ssa Rosanna Romano, Direzione Generale delle Politiche Sociali della Regione Campania, il Presidente della VI Commissione regionale “Politiche Sociali”, On.le Tommaso Amabile e l’On.le Giovanna Palma, Parlamentare del Pd. “I genitori di una persona affetta da disabilità, sono consapevoli di dover assistere e curare il proprio figlio per tutta la vita che questi avrà – afferma il Consigliere Regionale, On.le Gennaro Oliviero – Il maggior patema che attanaglierà i parenti, durante tutto il percorso assistenziale, è rappresentata dal momento in cui cominceranno a mancare le “forze” con il sopraggiungere della vecchiaia, tormentando i genitori con un solo pensiero: cosa accadrà a nostro figlio, “dopo di noi”? Oggi la nostra Regione deve dare risposte concrete, partendo dai più deboli, individuando una valida linea di azione tesa a soddisfare tali diritti”.